martedì 4 luglio 2017

Stuart Sutcliffe, l'altro ''Beatle'', in posa per un ritratto fotografico a Liverpool, Inghilterra, 1961.

L'immagine può contenere: 1 persona
Fu protagonista di una tragica storia.
Nato a Edimburgo, in Scozia nel 1940, Stuart Sutcliffe Fergusson Victor è cresciuto a Liverpool, in Inghilterra. Dimostrava un appassionato talento artistico fin dalla giovane età. Mentre guadagnava soldi come netturbino, frequentò il Liverpool College of Art. E' stato anche considerato uno dei migliori pittori del suo corso, lavorando principalmente in uno stile espressionista astratto. E' stato al college che ha incontrato come compagno di studi John Lennon, che divenne il suo compagno di stanza. Dopo uno dei dipinti di Sutcliffe venduto per la somma allora considerevole di £ 65, Lennon lo convinse a comprare una basso - che riusciva a malapena a suonare - e a unirsi alla band che Lennon aveva formato con i suoi amici Paul McCartney e George Harrison. Il nome della band era già cambiata numerose volte. Una volta entrato, a Sutcliffe e Lennon venne la brillante idea dei "coleotteri" richiamandosi a Buddy Holly e ai Crickets. Nel corso dei mesi successivi il nome cambiò in ''Silver Beetles'', poi in ''Silver Beatles'', e, infine, in ''Beatles''.
Insieme al batterista Pete Best, frettolosamente reclutato, Sutcliffe ei Beatles si trasferirono ad Amburgo, in Germania per suonare nei club e affinare le loro abilità. Lì Sutcliffe si innamorò della fotografa Astrid Kirchherr, che divenne la sua fidanzata appena due mesi dopo averla incontrata. Lei gli consigliò quel taglio di capelli ''mop-top'', che il resto della band avrebbe subito dopo adottato.
Nel 1961, Sutcliffe lasciò i Beatles per concentrarsi sulla pittura e sulla sua vita con Astrid. Vinse una borsa di studio post-laurea per entrare all'Hamburg College of Art, desideroso di studiare con lo scultore Eduardo Paolozzi. La sua carriera artistica fu stroncata, tuttavia, quando dopo una serie di mal di testa sempre più gravi, morì improvvisamente per emorragia cerebrale il 10 aprile del 1962, all'età di 21 anni. La fidanzata ed i suoi ex compagni di band ne furono devastati. Il viso di Sutcliffe è ancora visibile sul lato sinistro della copertina album dei Beatles ''Stg. Lonely Hearts Club Band Pepper''.




L'immagine può contenere: 1 persona Astrid Kirchherr e Stuart Sutcliffe in posa insieme ad Amburgo, 1961.

L'immagine può contenere: 1 persona Sutcliffe all'opera dietro George Harrison.




https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10207021497087449&set=g.1614584658787201&type=1&theater

Nessun commento:

Posta un commento