lunedì 28 novembre 2016

Trapianto midollo, “azzerata mortalità bambini con immunodeficienze primitive” grazie a nuova sperimentazione salvavita

Trapianto midollo, “azzerata mortalità bambini con immunodeficienze primitive” grazie a nuova sperimentazione salvavita

Grazie a questa tecnica messa a punto dagli scienziati dell'ospedale Bambino Gesù di Roma Ariel, 15 mesi, affetta da una malattia rara, sta bene. I risultati di questa tecnica, messa a punto dall’équipe di Franco Locatelli, direttore del Dipartimento di oncoematologia, saranno presentati nel corso del 58esimo meeting annuale dell’American society of hematology e dimostrano “una guarigione del 100% dei bambini con immunodeficienze primitive"

Nessun commento:

Posta un commento