venerdì 6 febbraio 2015

SFANCULATA LA KYENGE: L’HANNO DEFINITA “ORANGO”. ECCO COME E’ ANDATA A FINIRE

Roberto Calderoli: “Cécile Kyenge mi ricorda un orango”. Negata l’autorizzazione a procedere
Vince Roberto Calderoli. La questione è quella ormai un po’ stagionata dell’insulto rivolto all’allora ministro dell’Integrazione, Cécile Kyenge: “Quando vedo la Kyenge non posso non pensare a un orango”, disse Calderoli nel corso di un comizio della Lega Nord a Treviso. Apriti cielo.
Ma oltre alle polemiche, chi dalle parole passò ai fatti, fu il Movimento 5 Stelle, che ha chiesto l’autorizzazione a procedere contro il Senatore per il reato di istigazione al razzismo e diffamazione.
Ora, però, sul caso si è espressa la Giunta per le immunità del Senato, che ha rifiutato di concedere l’autorizzazione a procedere contro Calderoli.

FONTE:

http://www.grandecocomero.com/kyenge-calderoli-orango-negata-giunta-autorizzazione/

Nessun commento:

Posta un commento