venerdì 6 febbraio 2015

“Putin soffre della sindrome di Asperger”: il dossier del Pentagono

#VladimirPutin-Redazione- Il Pentagono se ne dice quasi sicuro: Vladimir Putin soffre della sindrome di Asperger; una forma particolare di autismo.
A sostenerlo è Brenda Collins, esperta della scuola navale del Rhode Island, che, in uno studio datato 2008, analizzava i comportamenti del leader del Cremlino. 
Il dossier è stato reso noto grazie il Freedom of Information Act, la legge sulla libertà di accesso alle informazioni coperte da segreto di stato, dal quotidiano americano "USA Today": in esso, messo a punto dall'US Naval College di Newport per l'Office of Net Assessmente, si legge che Putin sarebbe affetto da "un disordine della gamma autistica che influenza tutte le sue decisioni". 
Secondo Collins, lo sviluppo neurologico del capo del Cremlino "si e' significativamente interrotto nel corso della primissima infanzia", probabilmente durante la gravidanza, quando sua madre subì un ictus. Per questo, sempre a detta dei servizi occidentali,  il leader del Cremlino "avrebbe sofferto un grosso evento emisferico al lobo sinistro temporale della corteccia prefrontale" le conseguenze del quale sarebbero evidenti "nel suo modo di pensare e su come muove il lato destro del corpo".
Per giungere a queste conclusioni, l'esperta ha analizzato diversi video che riprendono Putin nelle più disparate situazioni, ma, ha precisato la scienziata, una diagnosi definitiva non sara' mai possibile senza uno scan del cervello del soggetto. Ciononostante, lo stile autoritario dell'ex capo del KGB e la sua ossessione per il "controllo totale" sarebbero un modo per compensare la sua condizione, che a sua volta si rifletterebbe "nel suo approccio decisionista e nel modo in cui governa".


http://www.articolotre.com/2015/02/putin-soffre-della-sindrome-di-asperger-il-dossier-del-pentagono/

Nessun commento:

Posta un commento