venerdì 27 febbraio 2015

Messico: marcia per studenti scomparsi

Familiari non credono siano stati uccisi da gang narcos


Migliaia di persone hanno manifestato a Città del Messico per chiedere una completa indagine sulla scomparsa di 43 studenti 5 mesi fa. In prima fila, nella marcia, i genitori degli universitari. Secondo i procuratori, gli studenti sono stati arrestati da agenti di polizia corrotti dopo una protesta nella città di Iguala e consegnati a una banda di narcos che li ha uccisi. Ma i parenti non credono a questa versione e chiedono che il governo faccia di più per chiarire la vicenda.

(ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento