martedì 24 febbraio 2015

Libia, rivedremo contratti con stranieri

Governo al Thani, compagnie turche non potranno operare in Paese


ROMA - Il governo libico ha deciso di "rivedere tutti i contratti con le aziende straniere ed escludere le compagnie turche dalla possibilità di operare nel Paese". Lo afferma un comunicato dell'esecutivo, costretto a riunirsi a Tobruk. Il governo, riconosciuto internazionalmente, accusa la Turchia di sostenere le milizie al potere a Tripoli.
    (ANSA)

Nessun commento:

Posta un commento