martedì 20 gennaio 2015

Stati Uniti: remote viewing militari dichiarano che ci sono Basi Aliene sul lato oscuro della Luna

alien face moon

Ricercatori ufologi hanno sempre sostenuto che sul  lato oscuro della Luna, ci potrebbero essere alcune basi extraterrestri. La teoria suggerisce che se questi alieni provenienti da un pianeta lontano,  in un altro sistema solare, potrebbero avere una base o alcuni avamposti sulla Luna, da cui possano fare le loro visite regolari sulla Terra. Quale posto migliore del lato oscuro della luna, che è perennemente nascosta ai nostri occhi?
A sostegno di questa affermazione, Milton William Cooper, scrittore americano, broadcaster ed ex ufficiale dei servizi segreti dell’US AIR FORCE, ha dichiarato sotto giuramento nel 1989,  che il governo degli Stati Uniti è a conoscenza di basi aliene sulla Luna, (per l’esattezza “avamposti”) dove vengono ospitate astronavi che spesso vistano la Terra.
base-extraterrestre-lato oscuro-luna
“Al di là della Luna ci sono basi alieni” – dichiara MiltonCooper in un comunicato. “Sono stati visti dagli astronauti delle missioni Apollo. Durante il viaggio sulla Luna sono state fotografate queste basi aliene, che erano dotate di grandi macchine utilizzate per lavori sulla superficie del satellite (forse chissà per estrazione mineraria) e di grandi astronavi “
Cooper ha scritto anche su altre teorie del complotto, legate al governo degli Stati Uniti. Ma la sorpresa è arrivata nel 2001, quando Cooper è stato assassinato da agenti dell’Ufficio dello Sceriffo ( Contea Apache). Ci fu un raid delle forze di Polizia nella sua casa in Arizona, per via di una denuncia per evasione fiscale. La versione ufficiale dice che Cooper ha aperto il fuoco per primo. C’è forse una prova migliore? Si sa come vanno queste cose. Se sai troppo…vieni ucciso. La verità fa male…
Le immagini
Molti teorici della cospirazione sostengono che ci sono reali fotografie della NASA, che mostrano chiaramente delle basi aliene sul lato più lontano e nascosto della Luna.
“Vi è un complesso di una base aliena lunare sul lato più lontano della Luna” , ha detto Scott C. Waring, uno degli ufologi più rispettati. “Questo sembra essere pazzesco, ma è vero e noi abbiamo prove inoppugnabili… soprattuto direttamente dai militari.”
alien-base-moon
 Nel 1994, la US Navy ha inviato un satellite chiamato Clementine che aveva lo scopo di fotografare la Luna per due mesi di seguito.  Durante questo periodo, le immagini satellitari inviate al centro spaziale erano 1,8 milioni,  ma solo 170.000 di quelle immagini sono state messe a disposizione del pubblico. Il resto sono state classificate. Immagini classificate dei crateri della luna? “
Una delle prove più affascinanti di basi extraterrestri sul lato più lontano della Luna,  proviene dal remote viewing (visualizzatore remoto) di nome Ingo Swann  (1933-2013). Swann, che è stato determinante nel creare il programma di visualizzazione remota del governo degli Stati Uniti nel 1970, è stato uno dei più famosi RV di tutto il mondo, ma ben più riconosciuto rispetto pochi altri.. Ad esempio, nel 1973, mentre effettuava una visione a distanza di Giove, Swann aveva riferito che il pianeta gassoso gigante possedeva degli anelli. Questo fatto era sconosciuto prima agli astronomi, fino a quando è stato confermato dalla sonda spaziale Voyager 1 nel 1979.
Ma Swann era conosciuto anche per via di una sessione di visualizzazione remota sul lato più lontano della Luna. Swann ha chiesto il parere di alcuni obiettivi Alieni ad un uomo di nome Axelrod, che lavorava per il governo degli Stati Uniti.
“Axelrod insieme a Ingo Swann, concordarono una serie di sedute RV nelle coordinate della Luna” – dichiara lo scrittore Gary S. Bekkum, della American Chronicle –   “Swann visualizzava la Luna con la sua visione a distanza nelle coordinate prestabilite, sotto la guida di Axelrod. In particolare venivano perlustrati una decina di posti diversi e ben presto realizzato che in alcuni punti vi erano delle basi aliene.  Swann aveva trovato quelle che sembravano essere percorsi con tracce di ruote grandi come se fossero quelle dei trattori. 
base-extraterrestre-luna
In linea di principio Swann era confuso da quello che stava vedendo, ma si rese conto che stava assistendo all’attività di costruzione di strutture intelligenti sulla Luna. Nella parte inferiore di un cratere vide una foschia polverosa, illuminata da file di luci artificiali di colore verde montate su grandi torri. Swann è rimasto sorpreso durante la sessione di RV, quando si è resop conto che “qualcuno” o “qualcosa” è comparso in uno degli edifici di una delle basi sulla Luna.
Swann sapeva che era stata avallata una operazione interplanetaria in RV, per la necessità di monitorare strutture sotterranee e le attività extraterrestri in modo non convenzionale. Swann ha avuto la missione di spiare psichicamente una base lunare aliena,  perché questi esseri erano molto scortesi con i militari umani. Quando Ingo Swann “ascoltava” in Remoto, lui ha percepito che era stato psichicamente scoperto da due degli abitanti umanoidi ET, della base lunare, chiedendo anche se fosse in pericolo”.
base-extraterrestre3-luna
Astronauti e scienziati sono a conoscenza delle basi extraterrestri sul lato più lontano della Luna? Come abbiamo visto, ci sono solo alcune prove che sul lato più lontano e nascosto della Luna potrebbe esserci basi aliene. Purtroppo, anche questa teoria non può essere provata o dimostrata, ma sappiamo che alcuni militari americani e astronauti, sono testimoni del fatto che lassù, sulla Luna, ci sia qualcuno che ci guarda.
Redazione Segnidalcielo
http://www.segnidalcielo.it/stati-uniti-remote-viewing-militari-dichiarano-che-ci-sono-basi-aliene-sul-lato-oscuro-della-luna/

Nessun commento:

Posta un commento