mercoledì 21 gennaio 2015

L’Isis frusta in piazza alcuni musicisti: la loro musica offende l’Islam

isis-RedazioneLi hanno frustati e hanno fatto a pezzi i loro strumenti musicali perché considerati oggetti “non islamici”.
La polizia religiosa dell'Isisha filmato e ha pubblicato sul web un video in cui si mostra la punizione di alcuni musicisti accusati di suonare con tastiere e liuti: secondo il testo che accompagnava le immagini, agli uomini sono state inferte 90 frustate.
I musicisti sono stati trascinati in piazza a Bujaq, a pochi chilometri a est di Aleppo, in Siria, dove sono stati colpiti ripetutamente alle gambe e sulla schiena con un bastone dopo che i combattenti hanno ritenuto i loro strumenti “offensivi per i musulmani”.
Da quando ha assunto il controllo di gran parte di Siria e Iraq, le punizioni impartite dall'Isis, per chi non rispetta la Sharia, sono ormai all'ordine del giorno.
Ai ladri vengono amputate braccia e mani in pubblico, mentre adulteri e gay vengono giustiziati.

http://www.articolotre.com/2015/01/lisis-frusta-in-piazza-alcuni-musicisti-la-loro-musica-offende-lislam/

Nessun commento:

Posta un commento