mercoledì 21 gennaio 2015

Io, italiano, chiedo scusa a Vanessa e Greta

vanessa e greta-Pintus- Siamo davvero  un Paese strano, invece di gioire per il ritorno di due giovani connazionali, mesi nelle mani dei tagliagole islamici, abbiamo soffiato sul fuoco delle  polemiche scatenate dacialtroni piromani, armati dai media-spazzatura.
Accuse a vanvera, dietrologie insensate da parte di sedicenti opinionisti da sempre sul podio della specialità 'sparare corbellerie'.
Vanessa e Greta hanno certamente commesso errori, peccato di ingenuità e superficialità, tradite dall'entusiasmo giovanile. Ma loro in Siria ci sono andate, e non per soldi o per notorietà, come sproloquiato a vanvera dagli accusatori che prontamente hanno occupato un posto in prima fila  sotto i riflettori mediatici.
Sesso con i rapitori, informative del Ros, spie al servizio di Assad, tutto il fango possibile scaraventato su Greta e Vanessa, colpevoli di solidarietà, uno dei valori fondanti della nostra vituperate Costituzione.
Le due ragazze hanno chiesto scusa al popolo italiano per la preoccupazione procurata, travolte dalle polemiche che hanno accompagnato il loro ritorno.
Probabilmente qualcuno avrebbe preferito se dall'aereo che le ha riportate in patriafossero calate due bare, avrebbero cavalcato certamente un'altra onda.
Sono io, da italiano, che chiedo scusa a Vanessa e Greta, anche a nome di questi gaglioffi.

http://www.articolotre.com/2015/01/io-italiano-chiedo-scusa-a-vanessa-e-greta/

Nessun commento:

Posta un commento