mercoledì 21 gennaio 2015

Epatite C. Il farmaco da un dollaro che in Italia paghiamo mille volte di più

medicinali-Redazione- Noi lo paghiamo mille dollari a compressa; 84mila per tre mesi di terapia.
Si tratta del Sofosbuvir, il farmaco per la cura dell'Epatite C che, in Italia, verrà venduto ad appena 30mila pazienti, a fronte di oltre un milione e mezzo di malati, proprio a fronte del costo esoso.
Peccato che lo stesso farmaco, altrove, costi mille volte di meno.E' il caso dell'India, dove l'Ufficio Brevetti ha rifiutato la richiesta di registrazione presentata dall'azienda farmaceutica Gilead, rendendo così possibile la produzione dello stesso medicinale ad appena 1 dollaro a compressa. Il motivo? Non appare sufficientemente innovativo rispetto ad altre cure.
"A fronte del rifiuto delle autorità dell'India e della disponibilità/flessibilità della casa farmaceutica a modulare il prezzo anche al di fuori della brevettabilita', ci domandiamo perche' non possiamo essere tutti indiani", è stata la reazione dell'Aduc (Associazione per i diritti degli utenti e consumatori), che, in una nota, rivela come "in Italia ogni compressa di sofosbuvir costa circa 600,00 euro e per un ciclo completo di terapia si va intorno ai 60mila euro" "per cui il nostro Servizio Sanitario, dopo un accordo con la Gilead ne ha previsto l'uso per un numero limitato di malati (1,5 milioni sono i portatori di questo virus), che pare sia di 30.000".

http://www.articolotre.com/2015/01/epatite-c-il-farmaco-da-un-dollaro-che-in-italia-paghiamo-mille-volte-di-piu/

Nessun commento:

Posta un commento