martedì 20 gennaio 2015

È LA FINE DI UN’EPOCA – MURDOCH ELIMINA LA FAMIGERATA “PAGE 3” DEL TABLOID BRITANNICO “SUN” DOVE DA 45 ANNI COMPARIVANO LE IMMAGINI DI AVVENENTI DONNE IN TOPLESS

Una decisione che segna il successo delle centinaia di critici che, soprattutto negli ultimi anni, hanno etichettato quelle foto come sessiste, offensive e anacronistiche. La decisione pare sia arrivata direttamente da New York, dove Robert Murdoch…


Antonella Scutiero per “Vanity Fair”

PAGINA TRE SUNPAGINA TRE SUN
È la fine di un’epoca, comunque la si voglia vedere. Il “Sun”, quotidiano scandalistico inglese, ha deciso di eliminare la “Page 3”, dove da 45 anni comparivano le immagini di avvenenti donne in topless. Una decisione che segna il successo delle centinaia di critici che, soprattutto negli ultimi anni, hanno etichettato quelle foto come sessiste, offensive e anacronistiche.

PAGINA TRE SUNPAGINA TRE SUN
La decisione pare sia arrivata direttamente da New York, dove Robert Murdoch - che è proprietario del “Sun” - ha la sua sede principale. Il magnate dell’editoria già da tempo aveva mostrato qualche dubbio sull’opportunità di continuare a pubblicare le ragazze in topless. «È così fuori moda», aveva scritto su “Twitter”.

THE SUNTHE SUN
Per ora, dalla redazione londinese non c’è stato nessun commento. Ma è il “Times” - anch’esso di proprietà del magnate australiano - a confermare che l’edizione di venerdì 17 gennaio è stata l’ultima con la “Page 3” nella versione in cui i lettori del giornale più letto della Gran Bretagna sono stati abituati dal 1970. La prima edizione del giornale di martedì 20 gennaio mostra, alla terza pagina, la foto delle attrici della soap britannica “Hollyoaks”, Jennifer Metcalfe e Gemma Merna, mentre corrono in bikini sulla spiaggia di Dubai. Nella seconda edizione, le due ragazze - comunque più vestite della norma - sono scomparse, a favore della notizia della morte dell’attrice Ann Kirkbride. Il giorno precedente protagonista della pagina era l’attrice e modella Rosie Huntington-Whiteley.
RUPERT MURDOCH AND WENDY DENG MURDOCHRUPERT MURDOCH AND WENDY DENG MURDOCH

Un portavoce della campagna “No more Page 3” (basta Page 3, ndr), la cui petizione online ha raccolto 217mila firme, ha detto al britannico “Guardian”: «Questa può essere davvero una notizia storica, e può essere un gran giorno per il potere delle persone. È un passo enorme nella sfida al sessismo dei media».
blair murdochBLAIR MURDOCH

Page 3” comunque, sopravvive - almeno per ora - nella sua versione online: nella pagina dedicata sul sito del “Sun” fanno ancora bella mostra di sé le ragazze in topless che tanto hanno fatto parlare del giornale in questi anni.

Nessun commento:

Posta un commento