venerdì 12 dicembre 2014

RAME RUBATO? HANNO VINTO I NOMADI! ECCO COSA HA DECISO UN GIUDICE IN MERITO A TONNELLATE DI MATERIALE SEQUESTRATO IN UN LORO ACCAMPAMENTO

IL GIUDICE SOSTIENE L’IMPOSSIBILITA’ DI APPURARE LA PROVENIENZA ILLECITA. CI CHIEDIAMO: I SIGNORI NOMADI AVRANNO PRODOTTO FATTURE PER IL REGOLARE ACQUISTO? O FORSE IL GIUDICE PENSA CHE IL RAME CADA DAL CIELO COME LA MANNA?
—————————
Il tribunale si arrende: restituiti 6 quintali di rame ai nomadi-L”oro rosso” era stato sequestrato durante un blitz dei Cc
Non è stato possibile appurare la provenienza illecita
Il rame, assieme ad altri materiali, era stato rinvenuto – e poi sequestrato – durante un controllo dei carabinieri di Vicenza e della polizia locale nell’accampamento dei nomadi di Torri di Quartesolo, in via Longare. Ora però il tribunale del riesame, su richiesta dell’avvocato degli zingari, ha deciso per la restituzione, in quanto non è stato possibile provare che il materiale fosse opera di furto o di provenienza illecita. Oltre all'”oro rosso”, circa sei quintali, all’interno in furgoni erano stati trovati anche acciaio, ferro e attrezzi vari.

FONTE:

http://www.grandecocomero.com/rame-nomadi-confisca-restituito-giudice-sentenza/

Nessun commento:

Posta un commento