sabato 20 dicembre 2014

Raid punitivi organizzati su Whastapp, denunciati in 18, alcuni minorenni

Una vera e propria spedizione punitiva, dopo una lite, organizzata tramite Whatsapp.
Raid punitivi organizzati su Whastapp, denunciati in 18, alcuni minorenni-Redazione- La nuova frontiera del bullismo arriva da Torino, dove alcuni ragazzi hanno aggredito e rapinato otto studentidavanti a una scuola. Il branco, composto da 18 ragazzi tra i 15 e i 20 anni, è stato denunciato per rapina, lesioni aggravate, percosse e ingiurie.
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, intervenuti dopo la chiamata del vicepreside dell'istituto, i ragazzi nei giorni precedenti, avevanoorganizzato la spedizione punitiva, dopo che un 15enne aveva creato un gruppo su WhatsApp per chiamare a raccolta il branco e studiare le mosse delle vittime; che avevano avuto, nei giorni precedenti, una discussione con il promotore del gruppo e alcuni suoi amici.
Dopo aver deciso modalità, luogo e orario, si erano dati appuntamento davanti a scuola del quartiere Madonna di Campagna. 
Lì si è svolta la prima parte, dove hanno aggredito e rapinato tre studenti, mentre uno ha reagito e li ha messi in fuga. I bulli sono quindi saliti su un autobus e hanno raggiunto piazza Stampalia, dove hanno trovato le altre loro quattro vittime. 
La refurtiva, composta da zaini, un orologio, una catenina d'oro, un telefono cellulare e un portafogli, è stata recuperata dalle forze dell'ordine e restituita ai proprietari.

http://www.articolotre.com/2014/12/raid-punitivi-organizzati-su-whastapp-denunciati-in-18-alcuni-minorenni/

Nessun commento:

Posta un commento