venerdì 12 dicembre 2014

Parma, trovato ucciso in un parcheggio: è stato il cognato

Ravenna. A 17 anni spaccia e presta denaro ad usura-Redazione- Subito si era creduto che, dietro la morte del 43enne Giorgio Gobbi, ritrovato all'interno del bagliaio di un'auto in un parcheggio di un centro commerciale di Parma, vi fosse l'ombra della criminalità organizzata.
I carabinieri, quest'oggi, sono però riusciti a risalire alla verità e incastrare l'omicida: il cognato Luciano Bonazzoli, 48enne incensurato, che ha già confessato il delitto. L'assassino ha ammesso di aver compiuto il delitto a causa di alcuni debiti che aveva nei confronti della vittima.
Secondo le ricostruzioni, infatti, Gobbi aveva consegnato a Bonazzoli sei Rolex e alcuni gioielli per un valore di circa 150mila euro. Il congnato, però, li aveva rivenduti per puntare la omma ai videopoker, perdendo tutto. Al momento della restituzione della somma, ha dunque deciso di disfarsi del cognato uccidendolo all'interno della sua ditta con un fucile da caccia che deteneva irregolarmente.
L’omicidio è avvenuto il 4 dicembre intorno alle 13 nel cortile dell’azienda, salvo poi nascondere il corpo nella sua Range Rover e abbandonarla nel parcheggio in cui è stata ritrovata, dopo una segnalazione anonima.

http://www.articolotre.com/2014/12/parma-trovato-ucciso-in-un-parcheggio-e-stato-il-cognato/

Nessun commento:

Posta un commento