sabato 20 dicembre 2014

Padre Paolo Dall’Oglio è vivo, prigioniero di Isis ad Aleppo

Una notizia, tutta da confermare, sulla situazione del padre gesuita Paolo Dall'Oglio e nulla di nuovo sulla sorte di Vanessa Marzullo e Greta Ramelli.
Padre Paolo Dall’Oglio è vivo, prigioniero di Isis ad Aleppo-Redazione- Padre Paolo Dall’Oglio è vivo e, fino a due settimane fa, si trovava in un carcere di Isis ad Aleppo, in Siria.
E’ quanto ha riferito l’agenzia AdnKronos, che ha sentito Rami Abdel Rahaman, presidente dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, portavoce dell’opposizione democratica siriana al regime di Bashar al Assad.
Secondo Abdel Rahaman, sarebbero in corso "trattative complesse per il suo rilascio, con una richiesta di riscatto spropositata". Per questo, le trattative "si interrompono e poi riprendono" di frequente, dice l'attivista, che non ha voluto rivelare chi le conduca. "Abbiamo inoltrato da tempo la richiesta di una prova ai suoi rapitori – continua – ad esempio un video del religioso, ma non ci è mai stato consegnato alcunché". 
Secondo Moustafa Bali, responsabile Media dell'Ypg, le unità a difesa del popolo curdo nella città curda-siriana Kobane, invece, Padre Dall'Oglio sarebbe vivo sì, ma detenuto in un carcere di Raqqa. Secondo quanto riferito da Bali, la conferma sarebbe arrivata da alcuni detenuti curdi liberati da Isis.
Padre Dall’Oglio è scomparso nel luglio del 2013 nel Nord della Siria, dove il gesuita romano vive da 30 anni e dove ha fondato il monastero di Deir Mar Musa, per promuovere il dialogo interreligioso. Il 29 luglio del 2013 Dall’Oglio è stato rapito nella zona di Raqqa da un gruppo di fondamentalisti islamici.
Nel tempo ci sono state diverse notizie contrastanti: alcune davano il sacerdote per morto, altre verso la liberazione. Secondo quest’ultima fonte Dall’Oglio è vivo ma prigioniero dei guerriglieri dello Stato Islamico.
Delle altre due giovani connazionali, Vanessa Marzullo e Greta Ramelli, rapite sempre in Siria sei mesi fa mentre seguivano dei progetti umanitari ad Aleppo – afferma ancora Rahaman – non ci sarebbero invece notizie. 

http://www.articolotre.com/2014/12/padre-paolo-dalloglio-e-vivo-prigioniero-di-isis-ad-aleppo/

Nessun commento:

Posta un commento