sabato 6 dicembre 2014

P.A. La scure di Madia si abbatte sui pensionati: stop a consulenze

Rivoluzione pubblico impiego: stop ai permessi sindacali-Redazione- Una volta andati inpensione, gli ex dipendenti pubblici  devono restare tali, e non possono in alcun modo rientrare in ufficio con incarichi di consulenza.
E' quanto si legge in una circolare firmata dal ministro della Pa, Marianna Madia, in attuazione del decreto legge di riforma entrato in vigore quest'estate. Il divieto è chiaro: non si può affidare "incarichi di studio e di consulenza, incarichi dirigenziali o direttivi, cariche di governo nelle amministrazioni e negli enti e società controllati" ai pensionati, di ogni tipo.
Per il ministro, l'obiettivo è quello di evitare che la permanenza dei pensionati nei luoghi di lavoro blocchi l'accesso a nuove generazioni. E a chi accusa che si tratti di una discriminazioni, da palazzo Vidoni si specifica come siano semplicemente "misure orientate ad assicurare il fisiologico ricambio» in modo da garantire un «ringiovanimento del personale".
Ci sono però alcune eccezioni, sebbene rare: sono consentiti mandati post-pensione per i professori, per i ricercatori e per commissari straordinari e per componenti di giunte di enti territoriali e per membri di organi elettivi appartenenti a ordini professionali.
Le nuove regole, chiarisce la circolare, sono operativa già dal 25 giugno.

http://www.articolotre.com/2014/12/p-a-la-scure-di-madia-si-abbatte-sui-pensionati-stop-a-consulenze/

Nessun commento:

Posta un commento