venerdì 12 dicembre 2014

Oceani di plastica. 269mila tonnellate di materiale plastico che invade i mari

Dispersi negli oceani di tutto il mondo ci sono oltre 5mila miliardi di frammenti di plastica, grandi e piccoli, per una massa complessiva intorno a 269mila tonnellate di materiale inquinante. 
Oceani di plastica. 269mila tonnellate di materiale plastico che invade i mari-Redazione- Uno studio, pubblicato sulla rivista Plos One, e ripreso da Nature, ha stimato che negli oceani, complessivamente, dovrebbero galleggiare270mila tonnellate di plastica, suddivise in oltre 5 miliardi di pezzi.
Questo è solo l'ultimo risultato di un filone di ricerche che cerca di stimare quanto materiale plastico sia stato riversato negli oceani; inoltre, gli scienziati stanno cercando di capire come, questo materiale inquinante, interagisca con l'intero ecosistema marino, fino ad arrivare alla catena alimentare e al pesce che finisce sulle nostre tavole.
Per questa ricerca, gli scienziati hanno trascinato una rete a maglia stretta fin quasi sul fondale oceanico, in modo tale da poter raccogliere anche il più piccolo pezzetto di plastica. A bordo di alcune imbarcazioni, altri ricercatori contavano a vista gli oggetti più grandi che avvistavano, come, ad esempio, bottiglie, buste di plastica, eccetera.
Ovviamente, i ricercatori non hanno potuto rastrellare gli interi oceani, per quelli mancati, hanno così utilizzato modelli numerici per stimare la quantità di plastica presente.
I ricercatori hanno utilizzato i dati raccolti da 24 spedizioni in sei anni dal 2007 al 2013 nei cinque vortici oceanici subtropicali (del Nord Pacifico, Sud Pacifico, Nord Atlantico, Sud Atlantico, dell'Oceano Indiano) e al largo delle coste dell'Australia, la Baia del Bengala e nel Mar Mediterraneo. Da questi dati è stato ottenuto un modello globale che ha permesso di stimare quanta plastica invade gli oceani di tutto il mondo.
Lo studio, come viene precisato dagli stessi autori, tiene conto unicamente della plastica galleggiante, mentre per quella appoggiata al fondale non è stato possibile fare una stima.
I pezzi di plastica più grandi sembrano essere abbondanti vicino alle coste, mentre i pezzi più piccoli sarebbero concentrati nei vortici oceanici, compresi quelli polari, che sono delle enormi 'spirali' d'acqua generate dalle correnti. Gli autori non si aspettavano una distribuzione di questo tipo, in particolare non immaginavano che la plastica potesse arrivare fino ai poli.

http://www.articolotre.com/2014/12/oceani-di-plastica-269mila-tonnellate-di-materiale-plastico-che-invade-i-mari/

Nessun commento:

Posta un commento