sabato 6 dicembre 2014

No Lombroso: la burocrazia lascia sospeso il giudizio

no lombroso-Luca V. Calcagno- – Rinviato dalla Corte d'Appello di Catanzaro il giudizio d'appello tral'Università di Torino e il Comitato Tecnico-Scientifico “No Lombroso” per la restituzione del cranio di Giuseppe Villella al Comune di Motta Santa Lucia (CZ). Un rinvio lungo, troppo: fino al 6 aprile 2016, ma era materialmente impossibile per la Corte risolvere in un giorno i 111 appelli, di cui quello del Comitato era il 58esimo.
Il dottor Domenico Iannantuoni, fondatore del Comitato “No Lombroso”, ha dichiarato «Mi rendo conto delle difficoltà operative della Corte e accettiamo il lungo rinvio del “giudizio”, pur restandone costernati. Infatti tutti noi, oltre settemila del Comitato, e più  di 120 Città di tutta Italia in qualità di testimonial, attendevamo con ansia la conclusione di questa triste vicenda, ovviamente nella logica dell’affermazione dell’Ordinanza di Primo Grado del giudice Gustavo Danise che ci ha visto primeggiare. E così sarà.  Aspetteremo ancora per un anno e cinque mesi, il tempo del rinvio, non certo inattivi…».
Se da un lato il rinvio ad aprile 2016, è un tempo eccessivo, dall'altro, però, permette al Comitato di continuare il proprio lavoro di sensibilizzazione contro le teorie diCesare Lombroso, impegnandosi per una rilettura critica delle vicende precedenti e antecedenti il Risorgimento nel Mezzogiorno.

http://www.articolotre.com/2014/12/no-lombroso-la-burocrazia-lascia-sospeso-il-giudizio/

Nessun commento:

Posta un commento