martedì 2 dicembre 2014

Morto Joe Vescovi dei Trip, simbolo del progressive italiano

Morto Joe Vescovi dei Trip, simbolo del progressive italiano

Il tastierista si è spento a 65 anni: era stato uno dei migliori rappresentanti dell'epoca d'oro del rock italiano dei primi anni Settanta

Il progressive italiano perde un altro dei suoi storici leader. All'età di 65 anni è morto la notte scorsa, a San Benedetto del Tronto, Joe Vescovi, musicista savonese leader dei Trip, una delle band più celebri della grande stagione del rock italiano dei primi anni Settanta. Vescovi, tastierista di grande qualità, entrò a far parte del gruppo (di cui per un breve periodo fece parte anche Ritchie Blackmore, che poi divenne celebre insieme ai Deep Purple) nel 1967, divendone in breve il vero punto di riferimento. Sulla scia della grande poplarità ottenuta nei primissimi anni 70 da band come Premiata Forneria Marconi e Banco del Mutuo Soccorso, i Trip, la cui fonte di ispirazione erano gli americani Vanilla Fudge, entrarono di diritto nel gotha del progressive italiano grazie ad album come Caronte e Atlantide, che ottenero grandi elogi dalla critica e che erano profondamente caratterizzati dalle tastiere di Vescovi. La band riuscì a creare uno stile inedito e molto internazionale, mescolando blues, psichedelia e influenze sinfoniche, e a ottenere attenzione anche all'estero. 

Il tramonto del progressive coinvolse anche la band di Vescovi, che chiuse la fase migliore della sua carriera nel 1973 con l'album Time of change. Dopo lo scioglimento del gruppo, Vescovi entrò per un breve periodo negli Acqua Fragile e poi iniziò la sua lunga collaborazione con i Dik Dik. Vescovi fu chiamato anche da Ritchie Blackmore, che cercava un tastierista per i suoi Rainbow, ma alla fine il chitarrista scelse David Stone. Negli anni 80 Vescovi ha lavorato spesso con Umberto Tozzi. Negli ultimi anniaveva riformato i Trip con Furio Chirico e il bassista Arvid Wegg Andersen (scomparso nel 2012) partecipando tra l'altro al Prog Exhibiton di Roma e all'Italian Progressive Rock Festival di Tokyo (dove viene registrato Live in Tokyo 2011).Tantissimi i messaggi ricevuti dalla famiglia del tastiera.

http://www.repubblica.it/spettacoli/musica/2014/11/29/news/morto_joe_vescovi-101729965/?rss

Nessun commento:

Posta un commento