mercoledì 10 dicembre 2014

Monti prende atto: “La Germania ci ha fregato”

monti-Redazione- “Le regole Ue? "Poco credibili, bisogna cambiare il Trattato".
E se lo dice Mario Monti, uno che quelle regole le ha seguite senza batter ciglio anche a fronte di conseguenze catastrofiche, c'è da stare tranquilli. Intervistato da Federico Fubini su La Repubblica, il Professore ed ex premier commenta la gestione della crisi da parte di Bruxelles, che nelle ultime ore ha lanciato un diktat all'Italia e al governo di Matteo Renzi avvertendo che entro marzo serve una correzione sostanziale nella riduzione del deficit, che richiederà quasi 7 miliardi di euro di taglio della spesa o di nuove tasse. 
"In Europa ci piace pensare che le regole siano nel complesso rispettate – accusa Monti -, ma non credo si possa parlare di rispetto quando ci sono Paesi che anno dopo anno chiedono rinvii nel rispettare gli obiettivi e li ottengono senza difficoltà. Penso, quanto al Patto di stabilità, alla Francia e alla Germania nel 2003 e, negli ultimi anni, alla Spagna, di nuovo alla Francia, al Belgio. O ancora alla Germania oggi per i limiti agli squilibri macroeconomici eccessivi. E a tanti altri casi".
E’una tirata d'orecchi alla Germania, che da decenni porta avanti il suo nein assoluto al debito, senza distinzione tra quello contratto per la spesa corrente (vizioso) e quello per gli investimenti (virtuoso): “Non ogni spesa pubblica finanziata con il debito è colpevole – spiega il prof -. In certi casi, come oggi con tassi di interesse molto bassi, può essere colpevole non preparare per le generazioni future infrastrutture materiali e immateriali adeguate". 

http://www.articolotre.com/2014/12/monti-prende-atto-la-germania-ci-ha-fregato/

Nessun commento:

Posta un commento