domenica 7 dicembre 2014

Messico. Identificati i resti di uno dei 43 studenti massacrati: “Vogliamo la verità”

messico-Redazione-Si chiamavaAlexander Mora Venancio. E' il primo dei 43 studenti messicani scomparsi e ammazzati mentre si trovavano a Iguala, lo scorso 26 settembre: i suoi resti, recuperati, sono stati analizzati e, attraverso l'esame del dna è stato possibile dar loro un'identità.
A rendere nota l'identificazione, è stato un parente della vittima, specificando come la notizia sia giunta dai periti argentini e non dal governo, che per il momento, investito dalla rabbia del popolo, vacilla e rischia di cadere, Lo stesso presidente Pena Nieto, rischia il posto.
Frattanto, i familiari e gli amici degli altri 42 studenti, vogliono la verità, sapere che fine hanno fatto i loro ragazzi, massacrati da polizia e narcos legati all'allora sindaco di Iguala José Luis Abarca e a sua moglie Maria de Los Angeles Pineda, sorella di tre trafficanti. Entrambi, inoltre, sono stati arrestati con l'accusa di essere i mandanti della strage.
I resti di Mora Venancio sono stati trovati in una discarica.

http://www.articolotre.com/2014/12/messico-identificati-i-resti-di-uno-dei-43-studenti-massacrati-vogliamo-la-verita/

Nessun commento:

Posta un commento