domenica 7 dicembre 2014

Mafia Capitale. Raffaele Cantone: “E’ mafia, applicare il 416 bis”

raffaele cantone-Redazione- Il prefetto si prepara a inviare in Campidoglio gli ispettori prefettizi che si affiancheranno a quellidell'Autorità anti corruzioneguidati da Raffele Cantone
«La novità di questa inchiesta – spiega al Sole 24 Ore il presidente dell'Autorità anticorruzione Raffaele Cantone – sta nel fatto di aver ipotizzato la corruzione come fatto prevalente nel caratterizzarel'associazione mafiosa rispetto al momento intimidatorio che rimane comunque indispensabile, e in questo caso a me sembra che l'intimidazione ci sia. Quindi, a legislazione vigente – aggiunge – la presenza di un contesto intimidatorio qualifica l'organizzazione criminale per quella che è».
 Secondo il magistrato «da questa inchiesta romana emerge una classe politica completamente subalterna alle lobby affaristiche e criminali».
Cantone si dice d'accordo con il procuratore nazionale antimafia sull'inserire anche la corruzione nelle previsioni del 416 bis.
«Concordo a inserirla fra le possibili modalità tipiche ma non in sostituzione dell'intimidazione, perchè l'articolo 416 bis evidenzia un meccanismo che allo stato è ancora vitale. Anche perchè la tipologia classica di organizzazioni mafiose è tutt'altro che estinta»

http://www.articolotre.com/

Nessun commento:

Posta un commento