mercoledì 3 dicembre 2014

LORIS, NOTTE DI INDAGINI: GIALLO SULLE IMMAGINI
DELLE TELECAMERE. ARRIVATI I ROS DI YARA -FOTO


RAGUSA - Ancora una notte di indagini nel ragusano, dove la mamma di Loris Andrea, il bimbo di 8 anni ucciso sabato scorso a pochi chilometri da Santa Croce Camerina, è stata interrogata per tre ore in Questura, senza però ottenere delle novità consistenti. La donna, ascoltata come persona informata sui fatti, non avrebbe inoltre riconosciuto gli slip ritrovati nella tarda mattinata di ieri vicino dell'ingresso della scuola 'Falcone Borsellino'. Gli investigatori di polizia e carabinieri non hanno potuto ancora chiarire i dubbi in merito al fatto che in nessuna delle immagini video finora visionate si vedrebbe il bambino all'interno dell'auto guidata dalla madre. Intanto questa mattina, nel municipio del piccolo paese della provincia iblea, si riunirà il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza, convocato dal prefetto, Annunziato Vardé. In paese, l'amministrazione comunale ha ritenuto di annullare il programma delle iniziative 'Natale 2014'. Il sindaco ha infatti reso noto che in segno di rispetto e di lutto, il Natale non verrà festeggiato con iniziative pubbliche né con festoni.






























Bimbo di 8 anni scomparso nel ragusano

IN CAMPO I ROS Sono arrivati nella tarda serata di ieri alcuni ufficiali e marescialli del Ros dei Carabinieri, investigatori specializzati in indagini su crimini violenti, che daranno manforte alla Task Force composta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo e dal Personale dello Sco e da quello della Squadra Mobile di Ragusa per fare luce sull'omicidio del piccolo Loris Stival. Ne danno notizia gli inquirenti che stanno cercando di fare luce sull'omicidio del bambino. Sono gli stessi uomini che si sono occupati in passato di crimini violenti come il caso di Yara Gambirasio, l'attentato alla Scuola di Brindisi l'omicidio dei coniugi Burgato di Lignano Sabbiadoro e di Roberta Ragusa di Pisa. «Le indagini proseguono a tutto campo ed in particolare l'attenzione viene focalizzata sulle immagini delle telecamere che avrebbero ripreso la mamma di Loris nelle strade di Santa Croce la mattina di sabato 29 novembre», si legge in una nota. «La ricostruzione è fondamentale per il prosieguo delle indagini». IL PAESE Prove di normalità a Santa Croce Camerina. Il ritrovamento, ieri, degli slip, che si ipotizza potessero essere di Loris Stivala, davanti la scuola che frequentava il bambino di 8 anni ucciso il 29 novembre scorso, sembra non avere influito, almeno apparentemente, su genitori e alunni. La tesi del 'mitomanè era stata subito sposata e sostenuta dal Paese. Così stamattina all'ingresso della Falcone-Borsellino sembra una giornata come le altre: madri o padri che tengono per mano i figli, che tranquillamente entrano a scuola. Una giornata come tante, in apparenza, se non fosse per il lenzuolo con la scritta che chiede «Giustizia per Loris» e polizia e carabinieri che presidiano la zona.

http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/loris_notte_indagini_bimbo_yara/notizie/1046485.shtml

Nessun commento:

Posta un commento