venerdì 19 dicembre 2014

Legge di Stabilità. Il governo chiede la fiducia sul maxi-emendamento

Scoppia la bagarre, furiose le opposizioni, per il ritardo. La chiama alle due di notte.
Legge di Stabilità. Il governo chiede la fiducia sul maxi-emendamento-Redazione- Il governo ha chiesto la fiducia sul maxi-emendamento allaLegge di Stabilità. Ad annunciarlo il ministro dei Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi tra le proteste dell'Aula. 
La commissione Bilancio del Senato ha chiesto un'altra ora di tempo per esaminare il maxi-emendamento presentato dal governo alla legge di Stabilità. L'Aula, ripresa come stabilito dalla capigruppo alle ore 22, è stata dunque sospesa fino alle 23. 
La chiama per il voto di fiducia sulla Legge di Stabilità dovrebbe iniziare tra l'1.30 e le 2. A seguire, si terrà il Cdm per l'approvazione della nota di variazione di bilancio ealle 3 ci sarà il voto finale della Legge di Bilancio. Lo ha deciso la conferenza dei capigruppo del Senato secondo quanto riferito dal senatore Ncd Sacconi.
Il ritardo del governo nel presentare nell'Aula del Senato il maxi-emendamento sulla Legge di Stabilità ha fatto infuriare le opposizioni al Senato. I rappresentanti della Lega per oltre mezz'ora, con l'Aula chiusa, hanno battuto i pugni sui banchi protestando contro "un'attesa inaccettabile" visto che "è da ieri che attendiamo un testo da esaminare".
Dopo l'annuncio del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi di porre la questione di fiducia sul maxi-emendamento appena arrivato a Palazzo Madama, è scoppiata la bagarre, con i senatori leghisti che hanno tolto le scarpe e le hanno sbattute sui banchi, riproponendo la famosa protesta di Nikita Kruscev all’Assemblea delle Nazioni Unite. Già nel pomeriggio, però, le opposizioni avevano incalzato il governo per l’andamento dei lavori, chiedendo che il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoanvenisse a riferire Parlamento. “Non siamo perfetti”, è stata la replica del premier Renzi, che poi ha promesso di lavorare affinché “la Legge di stabilità non sia quel monstrum di norme con magari le varie leggi marchetta”.
Il testo era atteso già per ieri pomeriggio, poi per le 11 di questa mattina, per le 15, le 17 e le 18.30. Il ministro Maria Elena Boschi, poco dopo le 19, ha posto la questione di fiducia. 
Il maxi-emendamento dovrebbe tra l'altro contenere misure per alleggerire i tagli ai dipendenti delle Province, che oggi sono scesi in piazza minacciando l'occupazione ad oltranza degli edifici. La bozza prevedeva infatti la mobilità per i dipendenti in esubero, da ricollocare prioritariamente in Regioni e Comuni.  

http://www.articolotre.com/2014/12/legge-di-stabilita-il-governo-chiede-la-fiducia-sul-maxi-emendamento/

Nessun commento:

Posta un commento