giovedì 4 dicembre 2014

India: 58mila neonati uccisi da un'infezione batterica mortale

L'infenzione che attacca i bambini sarebbe resistente alla maggior parte degli antibiotici. In India oggi si verifica un terzo delle morti di neonati nel mondo.



Immagine d'archivio - Ansa



Decine di migliaia di neonati sono morti in India a causa di un'infezione batterica resistente alla maggior parte degli antibiotici. A parlare della misteriosa epidemia è uno studio condotto da medici indiani e pubblicato sul New York Times. Secondo lo studio, oltre 58 mila piccoli sarebbero morti l'anno scorso a causa di questo super-bug. I pediatri indiani temono che l'aumento delle forme resistenti possa presto vanificare gli sforzi per migliorare i tassi di mortalità neonatali nel Paese, dove si verifica un terzo delle morti di bambini appena nati nel mondo.         È stato Vinod Paul, capo della Pediatria dell'All India Institute of Medical Sciences e responsabile dello studio segnalare l'aumento di neonati indiani con sepsi e polmonite. "Se le infezioni resistenti continuano a crescere, i progressi registrati in questo campo rischiano di fermarsi. E questo sarebbe un disastro, non solo per l'India".  Appena 5 anni fa quasi non si vedevano queste infezioni resistenti ai farmaci, ha ribadito Neelam Kler, del dipartimento di Neonatologa del New Delhi's Sir Ganga Ram Hospital. "Ora quasi il 100% dei bambini che arrivano da noi ha infezioni multiresistenti. È spaventoso". Il timore è che una fetta importante dei batteri presenti in India - nelle acque, nel terreno, negli animali, nelle stesse mamme - sia ormai immune a moltissimi batteri. E i neonati sono particolarmente vulnerabili perché i loro sistemi immunitari sono fragili.       Servizi igienici approssimativi, uso incontrollato degli antibiotici e una lunga sottovalutazione del problema in India "hanno creato uno tsunami di antibioticoresistenza che sta raggiungendo gli altri Paesi del mondo", ha avvertito Timothy Walsh, microbiologo della Cardiff University. Non si tratta di un allarme privo di fondamento: gli scienziati hanno già trovato dei super-bug con un codice genetico per la prima volta identificato in India (Ndm1) in Paesi lontani come Francia, Giappone, Oman e Stati Uniti.

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Sanita-epidemia-mortale-in-India-piu-di-58mila-bimbi-morti-8cd4713f-4d16-4569-b059-78928f96adea.html?refresh_ce

Nessun commento:

Posta un commento