venerdì 12 dicembre 2014

Germania, arrivo: nasce il sito che fa trovare lavoro agli italiani. Dal tech ai medici, ecco chi cercano (e quanto pagano)

riconoscimento-in-germania-258(di  – http://www.ilsole24ore.com) – Germania, arrivo. Il governo tedesco ha dato vita a Riconoscimento in Germania, un portale web per l’inserimento di professionisti stranieri nel mercato del lavoro nazionale. Lo strumento guida passo per passo alla candidatura in tutti i settori con più domanda, dagli ospedali di Colonia alle aziende tech di Monaco di Baviera. Il processo è semplice e ben scandito dai passaggi del sito: l’utente si collega, stabilisce se ha bisogno o meno di riconoscimento delle proprie qualifiche, presenta domande e attende le verifiche. Se c’è il via libera scatta la ricerca su make-it-in-germany.com, il sito partner che elenca le offerte di lavoro specializzato nei 16 land tedeschi.
Trova il riconoscimento che fa per te
Il riconoscimento è obbligatorio per alcune professioni (come il medico o l’infermiere), vantaggioso per tutte le altre. Da qui il piatto forte del sito: “Trova l’ufficio per il Riconoscimento”, un servizio che permette l’identificazione immediata di procedure per il riconoscimento dei titoli, indirizzari e sede fisica degli uffici responsabili. Con una regolamentazione che cambia da land a land, infatti, la “geolocalizzazione” dell’eventuale ufficio indirizza in maniera più accurata la ricerca. Il portale è in italiano, ma per alcuni passaggi servono inglese e tedesco. Soprattutto quando si tratta di contattare le varia autorità che provvederanno – in lingua madre – alla certificazione di background professionali maturati in Italia o negli altri paesi destinatari del progetto. Riconoscimento in Germania è disponibile in sette lingue diverse, per facilitare ancora di più un ingresso di risorse estere già spianato dalla semplificazione del quadro giuridico introdotta nel 2012.
AAA, cercansi 11mila ingegneri e 8mila medici
Stando ai numeri, il progetto funziona: tra aprile e novembre il portale ha incassato 27mila utenti unici dall’Italia, bacino privilegiato per lo “shopping di talenti” internazionali. Secondo il Rapporto Italiani nel mondo della Fondazione Migrantes la Germania è diventata addirittura seconda terra di sbarco per italiani in blocco, con un aumento dell’11,5% solo nell’ultimo anno. Le figure con domanda maggiore su make-it-Germany? L’accoppiata più popolare sono ingegneri e medici: 10.887 offerte per meccatronica, energia ed elettronica e 7.978 per medicina e servizi sanitari, seguite da 4.331 per costruzioni e utility, 2.626 per informatica, 598 per ingegneria meccanica ed automotive, 395 per ricerca e sviluppo e 101 per i servizi ferroviari.
«I benefici della vita in Germania sono un tasso di disoccupazione tra i più bassi in Europa e salari elevati rispetto alla media di altri stati Ue. Il linguaggio potrebbe essere un ostacolo all’inizio ma ci sono molti corsi di tedesco a disposizione dei principianti» spiegano i responsabili del sito, curato dall’Istituto federale tedesco per l’istruzione e la formazione professionale (BIBB) per conto del Ministero federale tedesco dell’Istruzione e della Ricerca.. E sul capitolo giovani? Alcune ricerche parlano di un altro spread, quello degli stipendi: gli under 30 assunti in Germania guadagnano fino a 10mila euro in più dei colleghi rimasti in Italia. «Lo stipendo per i professionisti giovani dipende molto dall’industria ma resta sostanzialmente elevato. Anche i costi dipendono dall’industria e dalla regione dove ci si vuole trasferire. Grosse città come Monaco, Amburgo o Dusseldorf richiedono spese più elevate».

http://infosannio.wordpress.com/2014/12/11/germania-arrivo-nasce-il-sito-che-fa-trovare-lavoro-agli-italiani-dal-tech-ai-medici-ecco-chi-cercano-e-quanto-pagano/

Nessun commento:

Posta un commento