domenica 14 dicembre 2014

Ecco le tv che non vede nessuno. RaiStoria, RaiSport2, Rai5, Eurosport non decollano. Satellite: ascolti bassi per SkyTg24. Flop Sky Atlantic


di Marco Castoro

sarah_varetto_02

Se ci sono alcune emittenti in continua crescita, soprattutto sul digitale terrestre (Real Time, Rai Yo Yo, Cielo, Iris, DMax), ce ne sono altre che in pratica vengono viste solo da quattro gatti. E portano a casa briciole di share. Nella galassia Rai non hanno mai decollato Rai Storia (0,21% la media nelle 24 ore), Rai 5 (0,25%) e RaiSport2 (0,26%). Tra le tematiche di Mediaset quella che ha la media giornaliera più bassa è Tgcom 24 (0,23%). Non che le altre all news vadano meglio: SkyTg24 ha una media di 0,29%, la stessa di Sky Sport, che però migliora in seconda serata (0,35%). Leggermente meglio fa RaiNews (0,47% la media giornaliera grazie all’1,87% riportato nella fascia compresa tra le 7 e le 9 del mattino). Ascolti ancora più bassi per i canali del gruppo Lt Multimedia (Alice 0,17%, Marco Polo 0,16%, Nuvolari 0,07% e Leonardo 0,06%). Nonostante la svolta generalista e gli investimenti non cresce neanche Class Tv (0,15% la media giornaliera) che supera La Effe (0,14%) ma fa meno share di Vero (0,20%) e Fine Living Italy (0,22%). Sul satellite medie poco rilevanti anche per Fox Live (0,22%), Fox Sports (0,10%) e National geografic (0,09%). Se i canali del gruppo Discovery sono in crescita sul ddt, non decollano invece sul satellite (Science 0,05%, Travel e Living 0,04%). Male anche i due canali di Eurosport (rispettivamente 0,03 e 0,02%). Irrisori gli ascolti di Crime+Investigation (0,06%), Axn (0,07%), DeA junior (0,01%), Lei (0,08%), Dove (0,05%), Comedy Central (0,08%) e Diva Universal (0,04%). Ma un dato eloquente è la deludente performance di Sky Atlantic che arriva a malapena allo 0,12% nelle 24 ore. Una media bassissima se si considerano gli investimenti fatti dalla tv di Murdoch sul canale. I dati salgono lievemente in prima serata (0,2%) ma sempre di flop si tratta.
RAIUNO, 2014 DA LEONE
Il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, gonfia il petto quando dà i numeri del 2014 della rete ammiraglia: «Il prime time dell’intera giornata ha segnato uno share del 19,5% e del 17,5% nel day time. Ancora più positivi i risultati dell’autunno in cui la prima serata è a quota 20%, in crescita dell’1,5% rispetto allo stesso periodo del 2013, mentre nel day time lo share è del 18% (+0,5%). L’intrattenimento (22,5%) e la fiction (21,5%) i generi che hanno contribuito al risultato positivo».
SCIOPERO, STATO DI ALLERTA
Soltanto dai programmi del mattino si sa se la giornata di sciopero generale stravolge anche la Rai. Se i cameramen aderiscono alla protesta si rischia il caos, come accaduto di recente. Chissà se è già pronta la squadra di vicedirettori e dirigenti pronti a sostituirsi agli operatori. Comunque se non ci saranno immagini girate non si vedranno nemmeno le piazze piene. Chissà, magari la Camusso pur di avere una buona inquadratura, sarà pure disposta a perdonare il cameramen che non sciopera.
PARODI E LIORNI CRESCONO
In crescita gli ascolti de La Vita in diretta. La puntata di mercoledì (nella seconda parte) è stata vista da 2.882.000 spettatori (21,58%). Cristina Parodi e Marco Liorni piacciono anche ai giovani visto che il rotocalco pomeridiano di Raiuno su Facebook ha tagliato il nastro degli 80 mila likes.

http://www.lanotiziagiornale.it/ecco-le-tv-che-non-vede-nessuno-raistoria-raisport2-rai5-eurosport-non-decollano-satellite-ascolti-bassi-per-skytg24-flop-sky-atlantic/

Nessun commento:

Posta un commento