venerdì 19 dicembre 2014

Ecco cosa cambierà nei rapporti tra Stati Uniti e Cuba

Ecco cosa cambierà nei rapporti tra Stati Uniti e Cuba-Redazione- Dopo l'annuncio della ripresa delle relazioni diplomatiche tra Stati Uniti e Cuba, dato dai presidenti dei rispettivi Paesi, Obama e Castro, si riaprono molti fronti, chiusi con l'imposizione di un embargo vecchio, ormai di 50 anni.
Cosa cambierà, ora che l'embargo è stato superato?
Riapertura delle ambasciate: Obama ha dato indicazioni al segretario di Stato John Kerry, per avviare immediatamente discussioni con Cuba sul ripristino delle relazioni diplomatiche L'Avana-Washington, per la normalizzazione dei rapporti, inclusa l’apertura delle reciproche ambasciate.

. Viaggi a Cuba più facili: Gli Usa provvederanno ad agevolare i viaggi a Cuba per12 diverse categorie individuate dalla legge Usa. Si tratta di: visite familiari; affari ufficiali del governo di Washington, dei governi stranieri e di alcune organizzazioni intergovernative; attività giornalistica; ricerca e incontri professionali; attività didattiche; attività religiose; spettacoli pubblici, workshop, gare atletiche e altre, esibizioni; sostegno al popolo cubano; progetti umanitari; attività di fondazioni private oppure istituti di ricerca o didattici; esportazioni, importazioni, trasmissione di informazioni; alcune transazioni di export che possono essere valutate e approvate ai sensi delle regole e linee guida esistenti.

Tetto delle rimesse a Cuba da parte degli americani: I livelli delle rimesse, la somma che viene inviata da persone che si trovano negli Usa a cittadini cubani, saranno aumentati da 500 dollari a 2.000 dollari a trimestre, tranne nel caso in cui i beneficiari siano alcuni funzionari di governo o del Partito comunista.
Transazioni finanziarie: Le istituzioni statunitensi potranno aprire conti di corrispondenza presso istituti finanziari cubani per facilitare le transazioni autorizzate. I viaggiatori potranno usare le carte di credito e di debito statunitensi a Cuba.

Export dagli Usa: Sarà autorizzata l’esportazione di alcune categorie di beni e servizi, tra cui materiali per l’edilizia privata e apparecchiature per i piccoli agricoltori.

Import da Cuba: Autorizzata l’importazione di beni da Cuba fino a 400 dollari, di cui non più di 100 dollari di prodotti di tabacco e alcool.

Comunicazioni: Il livello di penetrazione di internet nell'isola è appena del 5%; Cuba è, infatti, uno dei Paesi al mondo meno collegati alla Rete. Ai provider sarà, quindi, consentito di creare i meccanismi necessari, incluse le infrastrutture, per offrire telecomunicazioni commerciali e servizi sul web più liberi. Inoltre, l'amministrazione Obama autorizzerà le esportazioni commerciali di alcuni beni, come dispositivi per le comunicazioni, di software, applicazioni, hardware, servizi e oggetti usati per stabilire e aggiornare sistemi di comunicazione.

Terrorismo: Sarà avviata una revisione della posizione di Cuba come stato sponsor del terrorismo. L’Avana parteciperà così al vertice delle Americhe del 2015. Un rapporto sarà presentato ad Obama in sei mesi. Gli Stati Uniti aggiunsero Cuba all'elenco dei Paesi sponsor del terrorismo nel 1982.

Democrazia e Diritti Umani: Gli Usa chiedono un miglioramento delle condizioni dei diritti umani e delle riforme democratiche a Cuba, e incoraggiano tutti i Paesi a impegnarsi in relazioni diplomatiche con L’Avana.

http://www.articolotre.com/2014/12/ecco-cosa-cambiera-nei-rapporti-tra-stati-uniti-e-cuba/

Nessun commento:

Posta un commento