lunedì 15 dicembre 2014

Berlusconi: “La scelta del Capo di Stato rientra nel patto del Nazareno”

Clamorosa idea Renzi-Berlusconi: rifondare la nuova Democrazia Cristiana-Redazione- Un capo di Stato "gradito" sarebbe la "logica conseguenza del Patto del Nazareno". E' quanto sostiene Silvio Berlusconi, intervenuto telefonicamente ieri ad un'iniziativa di Forza Italia a Imola, durante la quale ha sottolineato come la scelta del futuro Presidente della Repubblica rientri nell'accordo tra lui e il premier.
Una rivelazione che, però, non è affatto nuova: è ormai da tempo, infatti, che Berlusconi rimarca quella che definisce una delle clausole principali dell'accordo tra le due forze, nonostante i malumori condivisi dalla base sia di Forza Italia che del Pd. Il patto, ha ricordato, "dà fastidio perchè ha impedito un'opposizione vera su tutto ed ha creato anche delle difficoltà dentro il partito ed ha disorientato gli elettori» ma, evidenzia Berlusconi, «come facevamo a dire di no a delle riforme che sono le nostre?»
Le sue dichiarazioni, però, non hanno fatto altro che agitare maggiormente il partito di centrosinistra nel giorno dell'assemblea, in cui pure le tensioni non erano mancate. Così che i due vice di Renzi, Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini, sono stati costretti a smentire tutto: «Il Quirinale non fa parte del patto», hanno precisato.

http://www.articolotre.com/2014/12/berlusconi-la-scelta-del-capo-di-stato-rientra-nel-patto-del-nazareno/

Nessun commento:

Posta un commento