mercoledì 10 dicembre 2014

Anna, la spia russa, che tentò di sedurre Snowden per carpire i segreti dell’Nsa

L'ex spia russa avrebbe ricevuto l'ordine di trattenere Snowden in Russia, che aveva accolto la sua richiesta di asilo
Anna, la spia russa, che tentò di sedurre Snowden per carpire i segreti dell'Nsa-Redazione- Anna Chapman, nota come "Anna la rossa", arrestata nel 2010 negli Stati Uniti con l'accusa di cospirazione, avrebbetentato di sedurre Edward Snowden mentre si trovava in Russia. 
A rivelarlo al Sunday People, una ex spia del Kgb, Boris Karpichkov, secondo il quale un piano era stato approntato per prolungare il più possibile il soggiorno di Snowden in Russia. E consentire, così, al Governo di interrogarlo più a lungo sui segreti della sicurezza americana.
Secondo Karpichkov, i due si sarebbero incontrati nel 2013, e Anna 'la rossa' entrò subito in azione facendo il primo passo e chiedendo perentoriamente con un tweetla mano di Snowden. Un intreccio perfetto: un ex agente della Cia che sposa una 007 russa, e che tra le altre cose avrebbe consentito a Snowden di ottenere la cittadinanza russa. E di uscire dal limbo in cui si trovava nel tentativo di sfuggire alla cattura da parte del governo americano.
Ma evidentemente le curve della bella Anna non fecero molta presa su Snowden, almeno non al punto di non fargli pensare alle conseguenze a cui sarebbe andato incontro, come quella di essere incastrato dal Cremlino che avrebbe potutoimpedirgli di lasciare il Paese.
Anna, figlia dell'ambasciatore sovietico a Nairobi, nasce Kushchenko, ma sposa l'inglese Alex Chapman nel 2001. Dopo una carriera negli Stati Uniti, nel 2010 viene arrestata con l'accusa di far parte dell'intelligence russa all'estero. Dopo il suo ritorno a Mosca, Chapman ha avuto successo come modella, stilista, editor e presentatrice tv.

http://www.articolotre.com/2014/12/anna-la-spia-russa-che-tento-di-sedurre-snowden-per-carpire-i-segreti-dellnsa/

Nessun commento:

Posta un commento