mercoledì 12 novembre 2014

Utero in affitto. La Cassazione toglie un bambino a una coppia di bresciani

donna incinta-Redazione- La Cassazione è stata chiara. Non è possibile riconoscere legittimamente in Italia bambini nati all'estero, da madri surrogate. Tanto più che, ora, una coppia di Brescia, oggi cinquantenne, si è vista togliere l'affidamento del bambino che, fin dalla nascita, aveva riconosciuto come proprio, nato da una giovane ucraina, nel proprio paese.
Il piccolo era nato nel 2011, dopo che la coppia s'era vista rifiutare per tre volte la possibilità di adottare un bambino in Italia. Essendo impossibilitati ad avere figli, avevano deciso di recarsi all'estero per chiedere aiuto, sperando che qualcuno soddisfasse il loro desiderio di genitorialità. Così è stato, ma, una volta tornati in Italia, la vicenda è velocemente emersa: i due, spacciatisi per i veri genitori, sono stati scoperti e denunciati per frode anagrafica. 
Messi alle strette, i due bresciani hanno confessato il tutto, anche la volontà della madre in affitto a non voler essere rintracciata, in quanto l'operazione non ha rispettato le leggi neanche dell'Ucraina, dove si prevede che almeno il 50 per cento del patrimonio genetico appartenga alla coppia "committente" e che gli ovociti non siano della gestante.
I due hanno quindi chiesto alla Cassazione di lasciar loro il bambino sostenendo che i tempi sono maturi perchè l'Italia provveda a "individuare i valori condivisi dalla comunità internazionale armonizzandoli con il sistema interno". Ma i Supremi giudici non si sono lasciati intenerire e, pur riconoscendo che il Consiglio d'Europa su questo tema lascia i Paesi membri abbastanza liberi di darsi regole, hanno replicato come "l'ordinamento italiano, per il quale la madre è colei che partorisce, contiene un espresso divieto, rafforzato da sanzione penale, della surrogazione di maternità, ossia della pratica secondo cui una donna si presta ad avere una gravidanza e a partorire un figlio per un'altra donna".

http://www.articolotre.com/2014/11/utero-in-affitto-la-cassazione-toglie-un-bambino-a-una-coppia-di-bresciani/

Nessun commento:

Posta un commento