domenica 23 novembre 2014

USA, soldatessa torna dall'Afghanistan e bacia la moglie, la foto fa il giro del mondo

Sabryna SchlagetterSabryna SchlagetterLa soldatessa ritorna dall'Afghanistan, e ad attenderla c'è la donna che ha sposato prima della loro partenza: il loro bacio diventa il simbolo del matrimonio gay e della lotta al pregiudizio, e fa il giro del mondo grazie al web.
Un'immagine che fino a pochi anni fa sarebbe stata impensabile, e che vede oggi protagoniste di questa vicenda sono la soldatessa Sabryna Schlagetter e sua moglie Cheyenne, che si sono unite in matrimonio nel New Mexicopoco prima che Sabryna partisse per la missione. Fino al 2012, d'altra parte, sarebbe stato impossibile, per un soldato statunitense, baciare in pubblico una persona del suo stesso sesso, anche se tra i due vigeva un vincolo di coniugalità.
È stato il governo Obama, tuttavia, ad abolire la prassi del “Don't ask, don't tell”, che sostanzialmente impediva ai militari il coming-out creando un vero e proprio tabù sul tema nell'esercito, governo che in seguito ha incentivato con forza i matrimoni omosessuali.
Nel maggio 2012 Obama aveva affermato che “i matrimoni fra persone dello stesso sesso dovrebbero essere legali”, e la Corte Suprema, con una storica sentenza del 2013, ha bocciato una legge federale secondo la quale il matrimonio era dichiarato possibile solo fra un uomo e una donna, dando di fatto un nulla osta ai matrimoni gay. Da qui il riconoscimento alle coppie gay di alcuni dei diritti riconosciuti dall'unione federale alle coppie eterosessuali, per esempio quelli fiscali, quelli sull'immigrazione e le assicurazioni, essenziali negli USA, sulla sanità e sulla vita.

Sabryna Schlagetter, soldatessa che se ne frega ...



 

Sabryna Schlagetter, soldatessa che se ne frega dei pregiudizi

(KIKA) - LOS ANGELES - Prima, nell'esercito americano,  c'era la legge non scritta del "Don't ask, don't say", non chiedere, non dire. 
Serviva a tenere sotto silenzio l'eventuale orientamento omosessuale dei soldati. Dal 2010, grazie a un legge, le cose sono cambiate anche all'interno delle mura delle caserme e i membri omosessuali dell'esercito americano non devono più nascondersi. 
Lo sa bene la soldatessa Sabryna Schlagetter che, non solo non ha la minima intenzione di nascondersi, ma, al ritorno dall'Afghanistan è corsa a baciare sua moglie, davanti a una folta schiera di fotografi in attesa del suo plotone.  Ora la foto sta facendo il giro del web e del mondo, come immagine simbolo del mondo gay.
L'amore trionfa sempre, dopotutto.
Sabryna Schlagetter






https://it.notizie.yahoo.com/foto/sabryna-schlagetter-soldatessa-che-se-slideshow/sabryna-schlagetter-soldatessa-se-ne-frega-dei-pregiudizi-060603677.html

Nessun commento:

Posta un commento