venerdì 14 novembre 2014

Un coniglio per amico


coniglio-Massimo Vozza- Il coniglio attrae fatalmente i bambini, morbido e dal mantello dalle splendide tinte , tutto rotondo, con grandi occhi colorati saltella allegramente. I genitori sono tranquilli, pare un animale inoffensivo, pulito e non odoroso, di facile gestione, non particolarmente impegnativo.
Anch’io a suo tempo ho fatto una foto con i miei genitori nella quale sorridiamo ed io tengo in braccio il classico coniglietto bianco, ma doveva essere solo un prestito, giusto il tempo della scatto fotografico poiché non ricordo di avere avuto da bambino un coniglio per amico.
Devo subito riferire ai lettori che purtroppo ancora troppo spesso questo animale paga la sua delicatezza e innocuità a causa della grossolanità dei bambini. Il coniglio ha una struttura ossea leggera pari a circa il 7 % della mole corporea rispetto a quella più robusta dei carnivori, essendo un animale predato, non attacca ma fugge, scalcia , salta …e si rompe.
Ancora troppo spesso ascolto tristemente una storia che dice: “ci stava giocando il bambino” e sul tavolo da visita o peggio ancora in pronto soccorso ho un coniglietto ferito, fratturato o addirittura paralizzato.
Devo perciò riflettere che se è vero il detto per cui il coniglio è amico dei bambini, non è vero troppo spesso il contrario e devo ammettere: il bambino non è amico del coniglio.
Ma questo è legato al fatto che non viene educato opportunamente il bambino e inoltre che la necessaria sorveglianza, che deve essere tanto più alta quanto più il bambino è piccolo, viene disattesa.
Devo però riconoscere che una volta creato il sodalizio tra il bambino e il coniglio, questo rapporto crescerà , il bambino una volta divenuto ragazzo continuerà ad amare il suo coniglietto e lo stesso avverrà nella prima adolescenza. In una dimensione in evoluzione e dinamica come quella del mondo giovanile che si scopre e che cambia, il coniglio resterà un punto fisso e, sorta di animale talismano, sarà presente nei primi momenti difficili e dolorosi della vita.
 Non posso scordare come nell’eventualità di un decesso o addirittura di una eutanasia di un coniglietto , io abbia riscontrato che le persone più sconvolte non siano i bambini, né gli adulti, ma siano appunto i ragazzi .
Nel nostro immaginario il coniglio è dolcemente abbracciato e sollevato da terra, come spesso è riscontrabile nelle iconografia fotografica e televisiva, ma questa è una situazione che i conigli non amano e alla quale si abituano dopo una solitamente lunga interazione con l’umano.
Questi animali hanno un retaggio di animali da preda e sono terricoli, si muovono al crepuscolo quando sono meno identificabili dai predatori e non conoscono il lungo sonno del carnivoro o dell’umano.
Essendo prede sono sempre all’erta , se si rilassano basta un minimo cambiamento ambientale perché si allertino e immediatamente tornino ad essere pronti alla fuga. Bisogna dunque comprendere l’indole di quest’animale, e cercare di entrare nella sua dimensione più che forzarlo ad entrare nella nostra.
 Per cui sollevare il coniglio, tenerlo in braccio, camminare col coniglio in braccio, può essere un’esperienza terrorizzante per un coniglio appena acquisito, alcuni di questi animali svilupperanno una vera e propria fobia da cattura.
 Per cercare di far amicizia con un coniglietto quindi la cosa migliore è mettersi a terra e aspettare che sia l’animale a interagire, magari si può offrire del cibo per invogliarlo ad avvicinarsi, aspettando tranquillamente che sia lui a venirci incontro e a salirci addosso.
Anche io quando devo visitare animali particolarmente spaventati, stendo una copertina sul pavimento della sala visita. Quindi e insieme ai proprietari ci sediamo a terra e procedo cosi ad effettuare la visita di questi timidi animali come in un buffo pic-nic, forse non sarò professionale, ma sono sicuro che il coniglietto apprezza questo riguardo “ moltissimo” e se c’è un bambino presente cerco di spiegargli come mai facciamo questobuffo gioco della visita del coniglio “ tutti giù per terra”

http://www.articolotre.com/2014/11/un-coniglio-per-amico/

Nessun commento:

Posta un commento