domenica 30 novembre 2014

Spagna. Scontri prima della partita Atletico Madrid-Deportivo: un tifoso gravissimo

spagna-Redazione- Una maxi rissa tra tifosi, in Spagna, si è trasformata in tragedia.
In attesa della partita di oggi, tra l'Atletico Madrid e il Deportivo La Coruna, infatti, gli ultras di entrambe le squadre si sono dati appuntamento di fronte al Vicente Calderon. Circa duecento persone, che si sono fronteggiate con armi e a meni nude: nella mischia, quasi tutti hanno riportato ferite o contusioni che hanno necessitato delle cure ospedaliere.
Uno, in particolare, un tifoso 43enne dl Deportivo, è stato ferito gravemente: colpito e successivamente lanciato in un fiume, è stato ripescato dalle autorità e trasportato d'urgenza all'ospedale "Clinico". Ritenuto inizialmente clinicamente morto, si trova ora in condizioni gravissime, con un trauma cranico e uno stato di ipotermia. Ha inoltre superato un arresto cardiaco.
Ciononostante, la partita si è giocata regolarmente. L'Atletico Madrid ha comunque"condannato fermamente gli incidenti verificatisi nella zona del Madrid Rio nelle ore prima della partita contro il Deportivo de La Coruna". "I valori che promuovono lo sport devono prevalere sopra ogni rivalità e tutti insieme dobbiamo lottare contro la piaga della violenza".
Dopo la condanna della squadra, è giunta anchea della Lega calcio spagnola che in una nota esprime "il suo sdegno nei confronti degli incidenti avvenuti domenica mattina intorno allo stadio Vicente Calderon poco prima del match valido per la 13a giornata della Liga Atletico Madrid e Deportivo La Coruna". "La LFP", si legge nel comunicato, "è stata ferma nella sua intenzione di sospendere la sfida fino a che è stato possibile. Dalle istituzioni si lavora assieme a Aficiones Unidas, il Cuerpo Nacional de Policía, a tutti i club e alla SAD per combattere violenza, razzismo, xenofobia e intolleranza nel calcio professionistico".

http://www.articolotre.com/2014/11/spagna-scontri-prima-della-partita-atletico-madrid-deportivo-un-tifoso-gravissimo/

Nessun commento:

Posta un commento