mercoledì 26 novembre 2014

Silvio Berlusconi: “Io potrei fare il regista dietro Salvini”

Berlusconi: "Resto in campo per rivincere"-Redazione- «Lui è bravissimo ha un modo di parlare alla gente molto diretto però ha bisogno di avere dietro un centrocampo che funzioni". E' questa l'opinione diSilvio Berlusconi nei confronti di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord, di cui parla nel nuovo libro di Bruno Vespa.
"Io non ho ambizioni politiche ma voglio riportare la libertà nel mio Paese quindi mi va bene anche fare il regista dietro Salvini", ha aggiunto. «Sono sempre lieto dei voti che vanno alla Lega. Adesso si sono trovati questo goleador che è Salvini, penso che gli piacerebbe fare il vicepresidente del Milan». D'altronde, ha precisato l'ex premier, "fare l'attaccante non significa essere il capitano della squadra."
Nel libro, inoltre, Berlusconi parla anche del Patto del Nazareno che, a suo dire, non sarebbe affatto concluso: "non è tanto con Renzi, ma per il Paese che ha bisogno di modernizzarsi", ha infatti esplicato. E, sull'italicum, "la nostra posizione è che ognuno, sia la sinistra che il centrodestra scelga a chi dare il premio di governabilità in caso di vittoria". Il premio di maggioranza, infatti, "non alla coalizione ma alla lista va benissimo per la sinistra di Renzi, so che ci sarebbe già un accordo con Sel per far entrare i propri candidati nella lista".
"Io credo che una cosa vada fatta da noi: non si può andare avanti con la critica per via delle agenzie, tv e giornali", ha infine sottolineato Berlusconi. "Se mi consente, nel mio partito, chi mi vuole bene mi considera un eroe, un martire, e agli eroi non possono essere fatte basse critiche di potere".

http://www.articolotre.com/2014/11/silvio-berlusconi-io-potrei-fare-il-regista-dietro-salvini/

Nessun commento:

Posta un commento