venerdì 21 novembre 2014

Sempre più bufera sul deputato Pd Di Stefano nei guai per tangenti: spuntano festini hard

di stefano-Redazione- Spuntano anche i festini hard nella vicenda che coinvolge il deputato del Pd Marco Di Stefano.
L'ex moglie ha parlato con i magistrati rivelando anche la passione del marito per i festini a base di alcol e belle donne in una vecchia cascina a Grottaferrata, sui Castelli romani, di proprietà dell’ex faccendiere, di cui si inseguono anche le tracce di misteriosi conti a Montecarlo, dove era di casa, dove andò prima di sparire, l’8 ottobre del 2009, a recuperare una borsa piena di mazzette di banconote da 500 euro.
 Un ex segretario è scomparso nel nulla, forse in Sudamerica per sfuggire ai sospetti di una tangente di più di due milioni di euro, di cui 300 mila proprio al portaborse che si è volatilizzato, pagata dai costruttori Pulcini per fare affittare dalla Regione Lazio, quando era assessore al Demanio con il governatore Marrazzo, due palazzi, un affare colossale, da 7 milioni e 327 mila euro l’anno.
Ora Marco Di Stefano, ex lettiano passato armi e bagagli con Renzi, per il quale alla Leopolda coordinava il tavolo sulla “moneta digitale”, è nell’occhio del ciclone. Indagato per questa storia di tangenti, si è dovuto sospendere al gruppo dei Democratici di Montecitorio, dove non si fa più vedere da giorni. Insomma adesso attorno al dem il cerchio si stringe.

http://www.articolotre.com/2014/11/sempre-piu-bufera-sul-deputato-pd-di-stefano-nei-guai-per-tangenti-spuntano-festini-hard/

Nessun commento:

Posta un commento