mercoledì 26 novembre 2014

Rifiuti, addio alle buste di plastica e ai volantini

Approvate le nuove linee guida della Regione che prevede anche accordi con la Grande distribuzione per l'eliminazione dei volantini pubblicitari e l'uso di prodotti locali che privilegiano la filiera corta

Abolizione dei sacchetti di plastica, eliminazione dei volantini pubblicitari, uso di prodotti locali che privilegiano la filiera corta e le produzioni bio per evitare il deterioramento dei prodotti. Ma anche la diffusione di marchi ecologici nel settore turismo, di un marchio regionale di sostenibilità ambientale e diffusione di dosatori per i detergenti ed erogatori di bevande 'sfuse'.

Sono alcune delle novità contenute nelle linee guida per la redazione del futuro Programma regionale di prevenzione rifiuti del Lazio, approvate con delibera della giunta regionale, nel rispetto della direttiva Ue del 2008 e presentate  dal presidente Nicola Zingaretti con l'assessore ai Rifiuti Michele Civita e la consigliera regionale Cristiana Avenali (PiL), già dirigente di Legambiente.

L'Europa infatti ha introdotto l'obbligo per gli Stati membri di elaborare dei programmi specifici e l'amministrazione regionale - a cui è demandata la pianificazione e la programmazione - si è adeguata, prevedendo misure generali e specifiche. Ed ecco dunque l'idea di ridurre gli sprechi dei prodotti alimentari che non rispettano più gli standard estetici, promuovere i centri del riuso, ma anche protocolli d'intesa con gli industriali per produrre imballaggi biodegradabili o riutilizzabili o la prevenzione della produzione di rifiuti nella Grande distribuzione organizzata. In questo senso andrà un protocollo d'intesa tra la Regione e la Gdo che sarà sottoscritto nelle prossime settimane per ridurre in particolare gli scarti alimentari, gli imballaggi e i rifiuti elettronici.

Tra le linee guida anche la vendita di prodotti sfusi (pasta, detersivi, bevande), l'incentivo all'uso dell'acqua di rubinetto, i vuoti a rendere.

"Il miglior  rifiuto è quello che non viene prodotto- ha sottolineato il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti- con il Comieco abbiamo stipulato un protocollo che porterà tutta una serie di iniziative incentivanti alla non produzione dei rifiuti, con la grande distribuzione lavoreremo per eliminare gli imballaggi il più possibile, con le società pubbliche e private per intervenire in tutte le azioni positive che portino a evitare la produzione dei rifiuti".

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/11/26/news/rifiuti-101513675/?ref=nrct-14

Nessun commento:

Posta un commento