giovedì 27 novembre 2014

Renzi e la classe dirigente

Venerdì 28 novembre, alla Fondazione Donat-Cattin, presentazione del libro di Giorgio Merlo
giorgio merlo-Marco Margrita-  Venerdì 28 novembre, alle 17.30, allaFondazione Donat-Cattin (via Stampatori, 4) presentazione dell'ultimo libro di Giorgio Merlo: "Renzi e la classe dirigente" (Rubettino Editori).
Con l'autore, moderati dal giornalista de "La Stampa" Luigi La Spina, ne parleranno: Sergio Chiamparino, Gianni Cuperlo e Davide Gariglio.
 L'ultima fatica del giornalista e già parlamentare dell'Ulivo e del PD , erede della tradizione popolare ecattolico-democratica, propone un'assai necessaria riflessione sulle modalità di selezione e formazione della classe dirigente. Il nodo della formazione dei quadri dirigenti diventa, in questa che appare un'epoca quasi post-partitica, una delle priorità della politica contemporanea.
Contro la scorciatoia dell’avventurismo, del professionismo e dell’improvvisazione.
Merlo affronta questo tema inserendolo nel quadro della crisi attuale della politica, del dibattito all’interno del Pd e del confronto nell’area cattolica italiana. Dopo la svolta di Renzi e la forte spinta al cambiamento e al rinnovamento della politica, la questione della «formazione» e della provenienza della classe dirigente non potrà più essere affrontata e risolta solo con espedienti tecnici o regolamentari.
 Un tema, comunque sia, che coinvolge tutti i partiti e l’intera politica italiana. Nessuno escluso.
Dal libro emerge una difesa ragionata e aperta all'innovazione della forma partito. Una tesi, che anche i recenti dati sulla disaffezione dell'elettorato, ci dicono merita di essere adeguatamente indagata.


http://www.articolotre.com/2014/11/renzi-e-la-classe-dirigente/

Nessun commento:

Posta un commento