martedì 18 novembre 2014

Pubblico impiego. La Cisl conferma lo sciopero

Pubblico impiego. La Cisl conferma lo sciopero
-Redazione- L’incontro di lunedì a Palazzo Chigi tra i sindacati e il ministro per la Pubblica amministrazione Marianna Madia è finito con la delusione dei sindacatiche accusano non siano state date risposte, ma solo qualche auspicio.
Oggi arriva la notizia che la categoria del pubblico impiego della Cisl ha così  confermato uno sciopero generale del settore, facendo appello alla Cgil e alla Uil per "definire insieme la data", entro il mese di dicembre. 
"Con la manifestazione di sabato 8 novembre abbiamo dato forte visibilità alla richiesta di veder valorizzato il lavoro pubblico, indicando nel rinnovo dei contratti nazionali il primo indispensabile atto", si legge nella nota del coordinatore Francesco Scrima. A fronte della "totale indisponibilità" del governo "si impone la necessità di avviare una nuova fase di mobilitazione unitaria".
Sulla Pubblica amministrazione, dopo l’incontro di ieri a Palazzo Chigi, "le scelte politiche del Governo e le misure legislative adottate confermano la giustezza dello sciopero generale indetto dalla Cgil e l’appello alle altre organizzazioni sindacali confederali per una risposta di tutti". Così la Cgil in una nota. L’incontro di ieri sera a palazzo Chigi tra Governo e sindacati, si spiega nel comunicato, "non ha portato alcuna novità al quadro legislativo determinato dalla legge di Stabilità, dal ddl sulla riforma della Pubblica amministrazione e dal piano “Buona Scuola”, segnando, invece, una continuità con le politiche che il Governo ha assunto sul tema della Pa, della conoscenza e del lavoro pubblico". Per il sindacato di corso Italia, "non c’è stata alcuna apertura sul rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro bloccati dal 2010. Secondo il ministro Madia, infatti, il rinnovo sarà possibile solo quando si uscirà dalla crisi", come su altri temi. 


http://www.articolotre.com/2014/11/pubblico-impiego-la-cisl-conferma-lo-sciopero/

Nessun commento:

Posta un commento