lunedì 10 novembre 2014

Protezione Civile deve risarcire il gruppo Marcegaglia con 39 milioni di euro. Franco Gabrielli: "I soldi li pagherebbero i contribuenti"


FRANCO GABRIELLI

"Nella peggiore delle ipotesi i 39 milioni di euro da versare al gruppo Marcegaglia inciderebbero sulle tasche dei contribuenti". È quanto dice Franco Gabrielli all'HuffPost, a proposito del risarcimento che la Protezione civile, di cui è capo, dovrà versare a Mita Resort, società dell'attuale presidente dell'Eni, Emma Marcegaglia. La società ebbe in concessione l'ex arsenale della Maddalena per realizzare un hotel di lusso - poi non terminato - in occasione del G8 del 2009 che si sarebbe dovuto tenere nell'arcipelago sardo, ma che poi venne trasferito a L'Aquila, appena colpita dal terremoto. La decisione è stata presa da un collegio arbitrale presieduto da Franco Gaetano Scocca, contro cui la Protezione civile farà appello.
Il risarcimento non interesserebbe però il fondo nazionale per l'emergenza. "Sono due problemi completamente diversi - afferma Gabrielli -. Le risorse del fondo sono una cosa, mentre le vicende che attengono ai meccanismi giudiziari o paragiudiziari per reali o presunte inadempienze sono un'altra cosa". L'ex prefetto dell'Aquila aggiunge: "Sono capitoli di spesa differenti e non incidono sulla nostra capacità d'intervento.Mentre il risarcimento potrebbe incidere sulle tasche del contribuente e questo sicuramente è una cosa negativa".
Il collegio arbitrale era stato chiamato a decidere sulla citazione per danni fatta dalla società nei confronti della Protezione civile, perché, dopo il trasferimento del summit, non aveva proceduto alla bonifica del tratto di mare antistante la struttura alberghiera. Lavori previsti quando venne stipulata la convenzione in base alla quale Mita prese in concessione l'ex arsenale e indispensabili per poter aprire i battenti al pubblico. Cosa che non è mai avvenuta, tanto che ora l'albergo è in completo abbandono. "Noi ci appelleremo a questo lodo - assicura Gabrielli - perché lo riteniamo non corretto e non congruo, come ha ampiamente sottolineato il rappresentante dell'avvocatura di Stato presente all'interno del collegio di giudizio".

http://www.huffingtonpost.it/2014/11/06/risarcimento-marcegaglia-protezione-civile_n_6112936.html?utm_hp_ref=cronaca

Nessun commento:

Posta un commento