domenica 16 novembre 2014

Porto di Cagliari: sbarcano i carri armati
Pili: "Scandalo senza precedenti"

Uno dei carri armati trasportati (dal profilo Facebook di Mauro Pili)
Uno dei carri armati trasportati (dal profilo Facebook di Mauro Pili)

Al porto di Cagliari sono sbarcati i carri armati diretti ai poligoni della Sardegna.
La nave Maior ha attraccato oggi al porto di Cagliari sbarcando "carri armati e armi di ogni genere in una regione che già paga un prezzo altissimo per la presenza delle servitù militari". Di nuovo all'attacco il deputato di Unidos Mauro Pili che ha documentato con foto e video l'operazione che ha visto protagonista lo scalo del capoluogo sardo. "Un affronto grave che si inquadra nelle provocazioni dello Stato alla Sardegna", denuncia il parlamentare isolano. "La Maior - ricostruisce Pili - è ormeggiata al porto civile, vicino al traghetto della Tirrenia, a duecento metri dal Municipio e poco più dalla sede della Regione: è la dimostrazione di un ministro della Difesa e dei suoi gerarchi che vogliono far capire che loro fanno in Sardegna quello che vogliono. Così è sbarcato un carico d'armi imponente e devastante per continuare a distruggere il patrimonio ambientale dell'isola. Decine di carri armati, container carichi di armi, mezzi di ogni genere. E militari ovunque con un presidio attivato con pullman giunti da Teulada per proteggere l'operazione". Pili segnala che la carovana dei militari si è messa in moto sulla statale 130 "provocando file per chilometri. E' di tutta evidenza - insiste il deputato - che lo Stato non intende dismettere di un millimetro l'invasività della propria azione e l'arrivo oggi di nuove armi e nuovi mezzi blindati conferma l'obiettivo di mettere a ferro e fuoco l'intero patrimonio ambientale di Teulada. Uno spreco di denaro pubblico senza precedenti solo per mostrare superiorità e arroganza".



http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca_sardegna/2014/11/15/porto_di_cagliari_sbarcano_i_carri_armati_pili_scandalo_senza_pre-6-395931.html

Nessun commento:

Posta un commento