sabato 22 novembre 2014

Papa Francesco contro la Chiesa affarista: “Scandalosa la lista prezzi dei sacramenti”

"Ci sono due cose che il popolo di Dio non può perdonare: un prete attaccato ai soldi e un prete che maltratta la gente".
Papa Francesco contro la Chiesa affarista: "Scandalosa la lista prezzi dei sacramenti"-Redazione- Il Pontefice, durante l'omelia di oggi alla Domus Santa Marta, ha puntato il dito contro laChiesa affarista, quella Chiesa che pensa solo a fare affari e che si macchia del "peccato di scandalo".
Francesco si riferisce alla pratica, ormai entrata nell'uso comune di molti preti, di affiggere una lista dei prezzi per celebrare il battesimo, la benedizione, le intenzioni per la Messa.
Il Papa per denunciare questo malcostume, racconta di un episodio a cui ha assistito da giovane sacerdote: "Ero con un gruppo di universitari e voleva sposarsi una coppia di fidanzati: erano andati in una parrocchia ma volevano farlo con la messa. E lì, il segretario parrocchiale ha detto: No, no: non si può. Ma perché non si può con la messa? Se il Concilio raccomanda di farlo sempre con la messa'. 'No, non si può, perché più di 20 minuti non si può. Ma perché? Perché ci sono altri turni. Ma, noi vogliamo la messa! Ma pagate due turni!. E per sposarsi con la Messa hanno dovuto pagare due turni. Questo è peccato di scandalo". 
Dopo l'aneddoto il monito del Pontefice: "Dio non ha niente a che vedere con i soldi, e la Chiesa non può essere affarista. Ci sono due cose che il popolo di Dio non può perdonare: un prete attaccato ai soldi e un prete che maltratta la gente". 
E il Papa chiede anche ai "laici" il coraggio di denunciare: "Se io vedo che nella mia parrocchia si fa questo – ha denunciato nel corso dell'omelia -, devo avere il coraggio di dirlo in faccia al parroco. E' curioso: il popolo di Dio sa perdonare i suoi preti quando hanno una debolezza, scivolano sul peccato… sa perdonare. Ma ci sono due cose che il popolo di Dio non può perdonare: un prete attaccato ai soldi e un prete che maltratta la gente". Papa Bergoglio ha spiegato perché Gesù ce l'ha tanto con i soldi: "Perché la Redenzione è gratuita. E quando la Chiesa o le Chiese diventano affariste, si dice che non è tanto gratuita la salvezza".
Poi il Pontefice ha commentato il Vangelo in cui Gesù caccia i mercanti del Tempio perché hanno trasformato la casa di preghiera in un covo di ladri. "La gente buona andava al tempio; cercava Dio, pregava, ma doveva cambiare le monete per fare le offerte". 

http://www.articolotre.com/2014/11/papa-francesco-contro-la-chiesa-affarista-scandalosa-la-lista-prezzi-dei-sacramenti/

Nessun commento:

Posta un commento