venerdì 14 novembre 2014

Omofobia. La Diocesi di Milano si scusa sul censimento scuole pro-gay

omofobia-Redazione- "La comunicazione mandata sabato 8 novembre agliinsegnanti di religione dellaDiocesi di Milano da un collaboratore del Servizio Insegnamento Religione Cattolica è formulata in modo inappropriato e di questo chiediamo scusa''.
 Lo dichiara don Rota Responsabile Servizio Insegnamento Religione CattolicaArcidiocesi Milano. Intento originario, secondo quanto riferisce la Diocesi "era esclusivamente conoscere il loro bisogno di adeguata formazione per presentare, dentro la società plurale, la visione cristiana della sessualità in modo corretto e rispettoso di tutti".
 "Cari colleghi, come sapete in tempi recenti gli alunni di alcune scuole italiane sono stati destinatari di una vasta campagna tesa a delegittimare la differenza sessuale affermando un'idea di libertà che abilita a scegliere indifferentemente il proprio genere e il proprio orientamento sessuale".
 Così comincia il testo inviato da Don Fabio Landi, un collaboratore di Don Gian Battista Rota, responsabile del settore insegnanti di religione cattolica della Diocesi di Milano.
 La lettera è stata ricevuta da circa 6000 insegnanti di religione. "Per valutare in modo più preciso la situazione e l'effettiva diffusione dell'ideologia del 'gender', vorremmo avere una percezione più precisa del numero delle scuole coinvolte, sia di quelle in cui sono state effettivamente attuate iniziative in questo senso, sia di quelle in cui sono state solo proposte – continua la mail – Per questo chiederemmo a tutti i docenti nelle cui scuole si è discusso di progetti di questo argomento di riportarne il nome nella seguente tabella, se possibile entro la fine della settimana. Grazie per la collaborazione".
Non pare dia adito ad altre interpretazioni. 

http://www.articolotre.com/2014/11/omofobia-la-diocesi-di-milano-si-scusa-sul-censimento-scuole-pro-gay/

Nessun commento:

Posta un commento