martedì 25 novembre 2014

Nella campagna per le Europee irrompe Valentina Nappi, la pornostar che odia i grillini: “Niente sesso con loro!”



() – Da “m’ama, non m’ama” a “la do o non la do?”. A Valentina Nappi, non è un mistero per nessuno, piace sfogliare il perizoma, più che la margherita, ma spesso e volentieri, se c’è il lavoro di mezzo, lei nel dubbio la da. Per sicurezza. A tutti tranne che ai grillini, però. Eh sì, la sexy star italiana più conosciuta all’estero, a tutti gli aspiranti attori porno concede comunque una chance, calandosi nella parte con il metodo Stanislavskij, mettendoci tutta se stessa, sempre.  Perché quando c’è il lavoro di mezzo Vale non va troppo per il sottile: è una ragazza scrupolosa, meritocratica e  il provino per lo fa a tutti, “tranne agli ipocriti che sono gelosi delle proprie fidanzate”. A tutti, ma non ai grillini. Attenzione, siamo in presenza del primo caso di discriminazione sessuale su base politica, l’apartheid della scopata, l’embargo della mutanda pazza. Ma Vale non è solo una pornostar, oltre la gonna c’è di più: lei è  la prima pornostar che ha studiato, pensa, esterna, dichiara, sposa battaglie civili sui diritti e pratica la politica in modo bipartisan (ma in alcuni film, vi assicuro, anche tripartisan…). Questa Cicciolina del Terzo Millennio  proprio in questi giorni di infuocata campagna elettorale per le Europee, si è resa protagonista di un divertente siparietto con un aspirante “attore” del Movimento Cinque Stelle. Se date un’occhiata al botta e risposta tra lei e il suo interlocutore, pubblicato in basso, scoprirete che sui Cinquestelle Vale ha posto una pregiudiziale che manco Forlani nel preambolo sulle convergenze parallele, manco Renzi ad Alfano sullo sbarramento al 3% e il listino bloccato dell’Italicum. Sulla sua pagina Fb la Nappi ha formulato il suo appello per il reclutamento di giovani stalloni da utilizzare in video hard, ma alla richiesta di un provino formulata da un uomo che ha nel profilo il simbolo del M5S, lei s’è opposta con la stessa fermezza di Genny ‘a carogna quando gli chiedono il bacetto della buonanotte. “Non accetto grillini!”. E il povero, aspirante Rocco Siffredi a Cinquestelle, a quel punto quasi s’è umiliato: “Ma almeno posso continuare a seguirti?”, le ha chiesto. Gelo. La posizione della Nappi, che come attrice porno vanta posizioni estreme che manco Nadia Comaneci e Roberto Bolle appesi a un lampadario riuscirebbero a emulare, dal punto di vista politico non è nuova alle provocazioni: lei da sempre simpatizza per Renato Brunetta, chissà poi perché, e ha espresso pubblicamente il desiderio di volerlo in un suo film a luci rosse. Difficile dire se realizzerà mai questo proposito apocalittico e, al solo pensiero, raccapricciante. Ma intanto sta dando  una mano, e svariati pezzi di corpo, ai nemici di Grillo impegnati ad arginare il boom del comico ligure. Contro il quale, chissà perché, lei ha da anni il dente avvelenato. Che per una pornostar, indubbiamente, è un’arma micidiale.

http://infosannio.wordpress.com/2014/05/06/nella-campagna-per-le-europee-irrompe-valentina-nappi-la-pornostar-che-odia-i-grillini-niente-sesso-con-loro/

Nessun commento:

Posta un commento