venerdì 28 novembre 2014

Nasconde caramella tra le gambe
e chiede alla bimba di trovarla

Sporco gioco erotico di un 70enne ai danni di una bimba
di 8 anni: l'uomo è stato condannato a 3 anni di reclusione


TREVISO - Riconosciuto il fatto di lieve entità il giudice Silvio Maras, accogliendo solo in parte le richieste del pm Barbara Sabbatini (aveva proposto 5 anni e mezzo), ha inflitto 3 anni di reclusione al 70enne accusato di averabusato sessualmente di una bimba di 8 anni.

Il giudice ha anche condannato l’imputato, assistito dall’avvocato Roberto Campion, a risarcire con 20mila euro la bimba e con 5mila i genitori, che si erano costituiti parte civile con l’avvocato Barbara Tirindelli.

Secondo l’accusa il pensionato, amico di famiglia dei genitori della piccina, avrebbe accarezzato nelle parti intime la bambina che gli era stata affidata. In particolare, mentre stava seduto in poltrona, si sarebbe abbassato i pantaloni e si sarebbe nascosto una gomma tra le gambe, chiedendo alla bimba di trovarla.

L’avrebbe anche toccata per poi allontanarsi e procurarsi piacere masturbandosi. I retroscena sono emersi in un incidente che seguì la denuncia, avvenuta nel 2012. In quell’occasione gli psicologi infantili spiegarono che la bambina era idonea a testimoniare.

«Attendo le motivazioni - ha detto l’avvocato Campion - per presentare appello. Dire che la bambina è idonea a testimoniare non significa che è anche credibile. Ci sono aspetti delle dichiarazioni della piccina che non sono stati approfonditi. Appare inverosimile che un uomo, con la presenza di altre persone in casa (la sorella della presunta vittima) si tolga i pantaloni per procurarsi piacere».

http://www.gazzettino.it/NORDEST/TREVISO/treviso_gioco_erotico_bambina_pedofilo/notizie/1036730.shtml

Nessun commento:

Posta un commento