domenica 16 novembre 2014

Morto Cesare Ruffolo di Rende: sangue infetto durante trasfusione all'ospedale di Cosenza

Muore in ospedale per sangue infetto, "colpa del sapone dei medici"

Un pensionato è morto dopo avere fatto una trasfusione in un ospedale calabrese. Il sangue, secondo la procura, sarebbe stato contaminato dallo "Germoci", il sapone usato dai medici. Sequestri del prodotto sono in corso in tutta Italia


COSENZA - La morte di un paziente e il terrore che altri casi simili possano ripetersi da un momento all'altro. Dopo il decesso di Cesare Ruffolo, 79enne di Rende, morto per sangue infetto all'ospedale dell'Annunziata di Cosenza, la procura della città calabrese ha disposto il sequestro cautelativo, su tutto il territorio nazionale, di uno specifico lotto di sapone "Germoci". Ad inquinare il sangue, infatti, sarebbe stato un batterio che si sarebbe annidato nel sapone solitamente utilizzato dai medici. 
Morto Cesare Ruffolo di Rende: sangue infetto durante trasfusione all'ospedale di Cosenza
A quel punto, il batterio avrebbe contaminato la sacca di sangue servita per la trasfusione del pensionato, morto il 4 luglio scorso. Oltre al sequestro del "Germoci", però, la procura ha aperto un'inchiesta e iscritto nel registro degli indagati sette dirigenti ospedalieri accusati di "omissione d'atti di ufficio e omicidio colposo". 
Morto Cesare Ruffolo di Rende: sangue infetto durante trasfusione all'ospedale di Cosenza
Da un lato, quindi, l'indagine, dall'altro i sequestri che i Nas stanno portando avanti in tutta Italia. Perché, come spiegato dal procuratore di Cosenza, Dario Graneri, "abbiamo l'esigenza di vedere se vi possano essere altre confezioni contaminate dalla presenza del batterio". 

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/citta/morto-cesare-ruffolo-rende.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930
Morto Cesare Ruffolo di Rende: sangue infetto durante trasfusione all'ospedale di Cosenza
Nel frattempo, il ministero della Salute ha inviato gli ispettori all'ospedale calabrese. Pare che gli "007" ministeriali abbiano riscontrato numerose irregolarità proprio nell'ambito del Centro trasfusionale Cosentino. Irregolarità, per altro, già note perché nell'ottobre del 2012 la Regione Calabria aveva redatto una relazione nella quale erano segnalate "precise criticità riguardanti il settore trasfusionale". Un settore che, comunque, continuava ad operare con regolarità.

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/citta/morto-cesare-ruffolo-rende.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

http://www.today.it/citta/morto-cesare-ruffolo-rende.html

Nessun commento:

Posta un commento