giovedì 13 novembre 2014

METTI UN BISCIONE TRA I MORATTI - I RAM-POLLI DI MASSIMO E GIAN MARCO SONO AZIONISTI DI UN SITO CHE VENDE ABITI USATI MA DI LUSSO, CHE FINORA È STATO UN FLOP. ADESSO È ENTRATA MEDIASET CON 2,7 MILIONI

In PrivateGriffe sono soci Ermenegilda e Angelomaria Moratti, ora l’azienda di Cologno è entrata nell'azionariato con una specie di cambio merci: il sito si impegna a comprare campagne pubblicitarie di pari entità dell'investimento in capitale previsto: così i bilanci non soffrono...

Andrea Montanari per “Milano Finanza

Forse è la prima volta nella storia delle grandi famiglie imprenditoriali milanesi che i Berlusconi fanno affari, o meglio intervengono per sostenere quelli dei Moratti. E seppure si tratti di start up e investimenti minimi nel campo del venture capital, è sempre un segnale rilevante.
ERMENEGILDA MORATTI E LAPO ELKANNERMENEGILDA MORATTI E LAPO ELKANN

Tutto ruota attorno al progetto Privategriffe, un sito internet lanciato sul finire del 2011 da Leonardo Cucchiarini (presidente) e dalla più nota Maria Cecilia Andretta - oggi amministratore delegato per l'Italia del gruppo internazionale Aufeminin, network francese leader mondiale nel business dei siti web dedicati al target femminile e presente in 14 Paesi con più di 37 milioni di visitatori unici al mese.

Peccato che il primo marketplace online nato per vendere abiti e accessori di seconda mano di griffe del lusso non abbia sfondato, visto che dopo il primo anno, il 2012, con fatturato di 25 mila euro e perdita di 365 mila euro, l'anno scorso ha fatto ancora peggio chiudendo con un rosso di oltre 815 mila euro a fronte di 114 mila di ricavi. E questo nonostante il fatto che nel luglio 2013 siano entrati nuovi soci quali Angelomario Moratti (direttamente con il 2,95% e indirettamente attraverso Angel Lab, con un ulteriore 5,9%) e la cugina Ermenegilda Moratti (5,9%), a fianco del fondo Vam Invest (16,54%).
MASSIMO E ANGELOMARIO MORATTIMASSIMO E ANGELOMARIO MORATTI

Tutti assistiti da Banca Esperia (Esperia Servizi Fiduciari detiene il 19,5% come intestazione per conto di altri azionisti). Ora, come appreso da documenti ufficiali di Privategriffe.com, a dar sostegno all'iniziativa che stenta a decollare è intervenuta Mediaset. In particolare, il gruppo tv controllato dalla famiglia Berlusconi attraverso un aumento di capitale da 2,73 milioni è entrata nel capitale della start up rilevandone il 14,67%.

L'ingresso del Biscione è avvenuto attraverso Ad4Ventures, veicolo creato alcuni mesi fa a Cologno Monzese e destinato a investimenti in start up su scala europea. Nello specifico la tipologia di operazioni che definirà la newco di Mediaset è diversa da altre formule di venture capital. Perché Ad4Ventures entra nel capitale di aziende in fase di sviluppo a fronte di precisi impegni di queste ultime a comprare campagne pubblicitarie di pari entità dell'investimento in capitale previsto, in modo da non pesare sui conti del gruppo tv.
berlusconi silvio marina piersilvioBERLUSCONI SILVIO MARINA PIERSILVIO

Insomma, una sorta di cambio merce utilizzato nei mesi scorsi per entrare nel capitale di Dalani, portale tedesco di vendite di prodotti casa e arredamento. Con questa iniezione di liquidità, Privategriffe prima o poi potrebbe sbarcare sull'Aim Italia.

Nessun commento:

Posta un commento