domenica 16 novembre 2014

Le radiazioni di Fukushima raggiungono le coste Usa

Dopo tre anni di navigazione il materiale radioattivo di Fukushima arriva a largo delle coste californiane.
Le radiazioni di Fukushima raggiungono le coste Usa-Redazione- Dal disastro nucleare di Fukushima del 2011 parte del materiale radioattivo ha viaggiato attraverso l'Oceano Pacifico ed è da poco appena arrivato vicino alle coste degli Stati Uniti. I ricercatori del Woods Hole Oceanographic Institution del Massachussets (WHOI) hanno riferito lunedì chetracce di perdite di radiazioni sono state rilevate a circa 100 miglia al largo della costa di Eureka, nel nord della California.
Secondo gli esperti del Whoi, il "viaggio radioattivo" non dovrebbe tuttavia destare particolari preoccupazioni. Secondo Ken Buesseler, il chimico che guida il programma di monitoraggio, si tratterebbe difatti di quantità minime di radioattività, rilevabili solamente attraverso le apparecchiature più sofisticate. La quantità di cesio 134trovata nell’acqua, secondo le agenzie sanitarie internazionali, «è meno di due becquerel per metro cubo, di gran lunga inferiore ai livelli di rischio misurabili per la salute umana o la vita marina», e più di mille volte inferiore ai limiti stabiliti per l’acqua potabile dall’Agenzia per la protezione ambientale americana.
Gli scienziati hanno escluso che la quantità di cesio rilevato possa causare future contaminazioni sulle coste degli Stati Uniti.
Tranquillizzati anche i pescatori, poiché, sempre secondo il chimico, il cesio, a differenza del mercurio, non si accumula nella catena alimentare.

http://www.articolotre.com/2014/11/le-radiazioni-di-fukushima-raggiungono-le-coste-usa/

Nessun commento:

Posta un commento