domenica 16 novembre 2014

Latte sostenibile: verrà fatto laboratorio lieviti OGM

Latte sostenibile: verrà fatto in laboratorio da lieviti OGM

In arrivo un latte normale, ma ottenuto da microrganismi. Ecco la strategia per una produzione più sostenibile.


 Federico Baglioni
Il latte non si farà più dalle mucche, ma arriverà dai laboratori. Sembra fantascienza, eppure questa è l'idea di alcuni ricercatori che stanno mettendo a punto un sistema per produrre latte non dalle mucche, ma da lieviti opportunamente "ingegnerizzati".
Qualche tempo fa gli scienziati ci avevano provato con il primo hamburger in provetta, con esiti a dire il vero non particolarmente esaltanti. Ora due giovani bioingegneri della Silicon Valley stanno cercando di far la stessa cosa con il latte.
L'obiettivo, come in quel caso, è chiaro: migliorare la sostenibilità ambientale e agricola della produzione alimentare e limitare, ove possibile, lo sfruttamento di animali. “Il latte in provetta sarà uguale a quello originale, - sostiene Perumal Gandhi, cofondatore della start up americana Muufri - poiché le colture di lievito produrranno vere proteine del latte. Avrà lo stesso gusto e gli stessi benefici nutrizionali del latte di mucca”.
Come produrlo?
Non è sicuramente facile, ma nemmeno impossibile e senz'altro meno complicato che sintetizzare carne, perché i componenti principali che danno forma, gusto e colore sono meno di venti. Come fare? Inserendo nelle cellule di lievito specifiche porzioni di DNA dei bovini, in modo che sia possibile far loro produrre le proteine del latte in enormi contenitori, dove vengono monitorati e controllati.
Le proteine prodotte dai lieviti saranno quindi esattamente le stesse e verranno miscelate a grassi di derivazione vegetale, zuccheri e minerali come calcio e potassio. Dall'emulsione di questi ingredienti si formerà spontaneamente il latte.
Per chi è spaventato dagli OGM tutto questo potrà sembrare strano, eppure il processo è assolutamente sicuro e tutt'altro che nuovo: basti pensare che da decenni l'insulina per i diabetici viene prodotta da microrganismi OGM e non più estratta dagli animali, con notevoli vantaggi. E lo stess dscorso si potrebbe fare per tanti altri farmaci e molecole di interesse industriale e alimentare.
Il latte Muufri, comunque, conterrà solo proteine essenziali, grassi, minerali e zuccheri. E si cercherà anche di renderlo più salutare, utilizzando ad esempio zuccheri meglio digeribili rispetto al lattosio, ma che mantengano lo stesso sapore del latte e i suoi derivati.
Muufri ha da meno di un anno iniziato le prove sperimentali e spera di perfezionare e mettere in vendita il prodotto già nel 2017.
All'inizio costerà decisamernte di più del latte "normale", ma se avrà successo si potranno aprire le porte per produzioni in larga scala a prezzi più vantaggiosi. Perché dovrebbe interessarci?
Perché il consumo di latte e derivati è molto elevato e in crescita e c'è necessità di rivedere l'impatto ambientale della zootecnia (come le emissioni di metano), così come lo sfruttamento, a volte eccessivo, degli animali. Trovare una soluzione non è facile perché il mondo non passerà mai al latte di soia. E quindi, come affermano i produttori della Muufri,"se vogliamo che il mondo cambi la sua dieta, passando dal consumo di un prodotto non sostenibile a uno che lo è, il nuovo prodotto deve essere identico o migliore dell'originale".
Purtroppo non è tutto così semplice, sia perché il latte da lieviti conterrebbe solamente le principali proteine contenute nel latte e sia perché c'è ancora un forte problema di prezzo. Ma la strada è segnata. E se verranno raggiunti questi due obiettivi, i consumatori potranno apprezzarlo.
http://www.today.it/scienze/auto-salvato-il-14-11-14-17-39.html


Potrebbe interessarti:http://www.today.it/scienze/auto-salvato-il-14-11-14-17-39.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

Nessun commento:

Posta un commento