domenica 16 novembre 2014

L’arcivescovo Scola: “La Chiesa è stata lenta sulla questione omosessuale”, e sui preti pedofili?

scola-Redazione- «La Chiesa è stata lenta sulla questione omosessuale».
Lo ha detto l’arcivescovo di Milano Angelo Scola a proposito della lettera dell’Ufficio Scolastico della Diocesi di Milano agli insegnanti di religione con l’invito a segnalare le scuole dove si trattano o vogliono trattare temi legati allaomosessualità. «
L’ufficio scolastico ha la giusta preoccupazione di aiutare i 6.000 professori di religione della Diocesi a proporre la nostra visione di problemi come quello dell’educazione sessuale – ha detto Scola all’uscita da un incontro su Expo all’interno di Bookcity – Sono certo che l’intendimento del collaboratore della Curia che ha scritto la lettera era di raccogliere elementi per proporre la nostra posizione, sempre in modo rispettoso del concordato».
 Il cardinale ha ripetuto che la Curia si è già scusata «per l’inappropriatezza del linguaggio».
 Nessuna schedatura, insomma, («rimanda a cose spiacevoli», dice il cardinale), ma l’intenzione solo di conoscere. «Una posizione non omofoba, ma da cui non intendiamo recedere di un millimetro, come giusto in società democratica – dice Scola – noi abbiamo qualcosa da dire circa le conseguenze sociali e la questione dei diritti connessi a questo orientamento sessuale».
Verrebbe da chiedersi perché tanto zelo non venga impiegato nei confronti dei preti che hanno commesso abusi sui minori e dei prelati che hanno coperto tali atrocità

http://www.articolotre.com/2014/11/larcivescovo-scola-la-chiesa-e-stata-lenta-sulla-questione-omosessuale-e-sui-preti-pedofili/

Nessun commento:

Posta un commento